Canali

ZIA IMMA SULL'AUMENTO DEL CAPITALE DI CARIGE

È così che il Consorzio di garanzia ha deciso di appoggiare l'operazione di Carige

Speakers' Corner

Dal 22 novembre partirà l’aumento di capitale di Banca Carige con cui l’Istituto di credito ligure punta a raccogliere sul mercato 560 milioni di euro.

Cos’era successo la settimana scorsa? Era successo che le banche del Consorzio di garanzia, che avrebbero dovuto assicurare l’operazione, si erano tirate indietro.

Ma alla fine il Consorzio di garanzia ha deciso che porterà avanti l’operazione, quindi l’aumento di capitale di Banca Carige partirà con questo paracadute.

 

Aumento del capitale di Carige e il bivio degli azionisti

In ogni caso, gli attuali azionisti si trovano davanti ad un bivio e il bivio qual è? Dare di nuovo fiducia alla banca e credere al progetto di risanamento dell’amministratore delegato Fiorentino oppure scegliere di non dare più fiducia.

Anche perché è il terzo aumento di capitale di Banca Carige in 4 anni.

Gli esperti di borsa, visto che si tratta di un aumento del capitale che si definisce fortemente diluitivo, cioè un aumento che spazza via gli attuali azionisti, gli analisti finanziari si aspettano che le azioni da domani, e anche i diritti collegati all’aumento di capitale, possano “andare sulle montagne russe”.

 

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su