Canali

Elena Peracchi

MAURIZIO ZAMPARINI SALUTA IL PALERMO CALCIO: "MI SENTO VEDOVO"

L'ormai ex presidente del Palermo racconta la separazione dalla sua squadra

Tg Pop News

Maurizio Zamparini, l’ormai ex presidente del Palermo calcio, ci racconta che si sente come un vedovo e che Palermo calcio l’ha sposata per tanti anni, per cui impossibile è capire come si sente al momento.

Inizia così: «Ricordo il cartello messo durante il primo Milan-Palermo il primo anno di serie A, dove c’era scritto “Oh che bello, qui sono, sembrava impossibile!”, scritto però in siciliano che io non conosco .

Ho vicino a me le persone che mi hanno aiutato a uscire bene dal Palermo perché mi hanno permesso  di fare l’ultimo regalo alla città, di dare Palermo in mano a persone sicure, serie, con le possibilità economiche di fare un grande progetto. »

Maurizio Zamparini del Palermo calcio ringrazia Clive Richardson, che fa parte del gruppo acquirente ed è alla testa di un grosso gruppo inglese che gestisce anche finanziariamente i giocatori.

Sostiene che il calcio inglese è primo nel mondo, ed è meglio di quello italiano perché più organizzato.

 

Maurizio Zamparini e il Palermo calcio: “Cosa devo consigliare?"

Zamparini continua a raccontarci il suo punto di vista: «Di opzioni serie non ne ho avute tante, cercavo acquirenti perché ho 77 anni, sono stanco e la piazza si è stancata di me. Ci si stanca di una moglie, si dice dopo 7 anni,  probabilmente anche con me erano stanchi.

È una piazza non solo affascinante ma una delle poche piazze dove si potrà fare un calcio a livello mondiale, perché ci sono forse cinque o dieci milioni di tifosi all’estero che tifano Palermo.

Allo stadio non andavo prima e non ci andrò adesso perché non riesco fisicamente ed emotivamente a sopportare la partita.»

Maurizo Zamparini dichiara infine che sarà sempre tifoso del Palermo calcio, e che una delle cose che gli ha regalato Palermo e il calcio è la possibilità di sentirsi giovane.

 

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su