Canali

VETRYA, LA TRADIZIONE CHE GUARDA AL FUTURO

Ad Orvieto l'evento con la vision e le prospettive future dell'azienda umbra

Tg Pop News

Hanno una sede a Palo Alto in California, una a Kuala Lampur in MAlesya, e ancora, Rio de Janeiro, Madrid e Londra. Ma il quartier generale è nel cuore dell’Umbria, ad Orvieto: stiamo parlando Vetrya, il gruppo internazionale leader nello sviluppo di servizi digitali di Luca Tommasini, fondatore, presidente e amministratore delegato della società.

Proprio ad Orvieto, nella cornice del Teatro Mancinelli, si è svolto l’evento “la tradizione del futuro”: vision e prospettive future dell’azienda umbra, con un grande annuncio, ovvero l’apertura di una nuova sede in Russia, a Mosca, che costituirà un Hub per il presidio del mercato nell’area. Ai microfoni di PopEconomy, Luca Tommasini ci ha raccontato questa avventura imprenditoriale.

Le StartUp del domani

Sopra Steria, la società di consulenza di servizi digital, ha sostenuto Startupbootcamp Italia, il nuovo hub internazionale dell’acceleratore europeo Startupbootcamp dedicato alle idee innovative nel campo della moda. Nel video Fabio Arrigoni, Direttore Divisione Servizi Finanziari e Transformation Project Leader di Sopra Steria, ci dà un primo bilancio della manifestazione.

I 100 euro di Bezos

Ecco il bilancio italiano per il colosso dell’e-commerce di Jeff Bezos:

  • 1.400 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato nel 2019, per un totale di quasi 7.000 dipendenti;
  • Un investimento di 4 miliardi di euro dal 2010 al 2018;
  • Un indotto calcolato in oltre 30.000 nuovi posti di lavoro;

Inoltre, di recente è arrivato l’annuncio di nuove aperture: due depositi di smistamento a Bitonto, in provincia di Bari e a San Giovanni Teatino, in provincia di Chieti. E infine, un aumento per i lavoratori addetti ai magazzini di 100 euro lorde al mese.

Lo spettro della web tax non sembra scoraggiare gli investimenti della multinazionale dell’internet company di Seattle.

Sneakers iconiche

Ci sono sneakers e sneakers. Tra i vari modelli, ci sono anche quelle fatte con i rifiuti della gomma da masticare. È un progetto green e sostenibile che arriva dall’Olanda, precisamente da Amsterdam. L’ente Iamsterdam, l’azienda di abbigliamento Explicit Wear e la startup londinese Gumdrop hanno inventato Gum Shoe: una scarpa composta per il 20% di gomme riciclate. In Olanda, circa 1,5 milioni di kili di gomme da masticare vengono gettate nelle strade ogni anno. Il progetto ha l’obiettivo di contribuire alla pulizia delle strade e chiunque acquisti un paio di Gum Shoe avrà la possibilità di sentirsi parte di questa missione.

Non solo scarpe green, ci sono anche quelle iconiche: dalle Stan Smith di Adidas alle leggendarie Air Jordan e Air Max di Nike, senza dimenticare le “pompatissime” Reebok e le “game changer” Yeezy. StockX, la piattaforma di reselling più importante al mondo, ripercorre la storia degli ultimi cinque decenni con le silhouette più in voga di sempre.

Ma andiamo con ordine:

 

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su