Canali

Alessia Severin

PER UN VINO SOSTENIBILE, NASCE E SI AFFERMA LA GREEN EYE

Un occhio verde sulla produzione di un vigneto più sano e sostenibile

Stories

Nel 2003, a soli 26 anni, Federico Giotto ha fondato a Follina la Giotto Consulting, una società di consulenza vinicola tra le più dinamiche e innovative al mondo.

Nel 2017 Giotto consulting ha avviato la GreenEye, un progetto che prevede di utilizzare alcuni sensori di precisione che vengono montati sulle trattrici.

Il progetto è stato sviluppato con l’Università di Padova e il gruppo d’imprese Team.

L’obiettivo è quello di rendere la produzione di vini di qualità sempre più economica e sostenibile.

 

L’occhio verde che guarda al vino sostenibile

Con GreenEye, l’obiettivo di Giotto consulting è di rendere la produzione di vino sostenibile e di qualità sempre più alta, economica e rispettosa dell’ambiente.

Così il vigneto smette di essere un semplice luogo di produzione ma rappresenta un ecosistema caratterizzato da equilibri complessi da considerare.

Per un vino sostenibile, GreenEye prevede il montaggio di sensori di prossimità su un trattore. I sensori riescono a rilevare lo stato di salute di ogni singola pianta, quindi anche la sua potenzialità e qualità, tenendo conto anche della variabilità territoriale.

Con questo metodo si punta a sviluppare il concetto di viticultura di precisione, per poi raggiungere una vera e propria “viticultura di dettaglio”.

È chiaro quanto l’innovazione tecnologica stia sviluppando un nuovo e più sostenibile modo di fare viticultura.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su