Canali

UK, CONTRO LA BREXIT IL GOVERNO PREPARA INGENTI RISERVE DI CIBO UK, Brexit e i cosiddetti 3 giorni dell'anarchia

Europe for Dummies

Contro la Brexit il governo si sta organizzando e sta preparando ingenti riserve di cibo.

In media nel Regno Unito ogni giorno è fisicamente presente cibo solo per i prossimi 3 giorni di consumo. Oltremanica, infatti una grande parte degli alimenti (soprattutto frutta e verdura) vengono importati ogni singolo giorno.

E così, in previsione della Brexit, Downing Street ha deciso di tornare ad accumulare riserve di cibo "strategiche" (le ultime riserve di cibo, previste in caso di attacco nucleare, erano state dismesse negli anni '90).

Perchè la Brexit potrebbe davvero essere un problema: buona parte delle importazioni UK, ad esempio, passano da Dover, ma il numero di camion autorizzati a passare per il porto britannico, in caso di mancato accordo sulla Brexit, passerebbe da 10 mila al giorno a meno di mille.

 

Il governo UK contro la Brexit sta creando riserve di cibo

Tra i cittadini intervistati c’è chi afferma che anche nel peggiore dei casi non ci sarà mancanza di cibo e che è difficile da credere perché i supermercati sono sempre pieni.

Fino al 1992 il Regno Unito importava il 25% del cibo. Oggi importa circa il 50% del cibo soprattutto dall’UE.

Mediamente nel Regno Unito è fisicamente presente cibo solo per i prossimi 3 giorni. Infatti circa il 60% di frutta e verdura viene importato ogni giorno. Gli esperti chiamano questa situazione, che vede il governo muoversi contro la Brexit creando riserve di cibo, “3 giorni dall’anarchia”.

Sappiamo che il governo UK ha tenuto riserve di cibo fino al 1991, comprendenti 200 mila tonnellate di cibo da usare in caso di attacco nucleare.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su