Canali

Elena Maria Ottino

AUMENTO TRIBUTI LOCALI, ALLARME STANGATANon è stato rinnovato il blocco sull'aumento tributi locali

Wallet

Si parla molto dell’aumento tributi locali, sulla questione ci sono dei dati certi.

La manovra che il Parlamento si accinge ad approvare non sono soltanto sconti e tagli sulle tasse. Si sa, le misure che ci fanno risparmiare hanno inevitabilmente un costo che prima o poi da qualche parte spunta. Andando a spulciare il disegno della Legge di Bilancio del prossimo anno, ci si accorge che non è stato rinnovato il blocco sull’aumento tributi locali.

Questo significa che dal prossimo anno Comuni e Regioni saranno liberi di aumentare gli addizionali regionali e comunali dell’Irpef, Tasi, Imu sulle seconde casa fino alle aliquote massime.

 

Aumento tributi locali, previsioni

L’aumento tributi locali è una misura che sicuramente sarà un toccasana per gli Enti Locali ma non altrettanto per i contribuenti.

Le ultime elaborazioni del Sole 24 Ore ci dicono che sono 6.800 i Comuni italiani che potrebbero rivedere al rialzo le addizionali comunali dell’Irpef. I rincari maggiori si aspettano in Lombardia, Veneto, Piemonte, Lazio, Toscana, Calabria, Campania.

Sono 2700 i Comuni che potrebbero vivere un rialzo dell’Imu dal 7,6 all’8,6 per mille.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su