Canali

Irene Fassini

THE MASK: MOLTO DI PIÙ DI UNA SEMPLICE MASCHERINA ANTISMOG

Una mascherina antismog che protegge dalle polveri sottili, ma che è anche accessorio alla moda

Disruption

Tommaso e Stefano fondano “Banale” nel 2015, con l’obiettivo di migliorare il comfort nelle grandi città, creando oggetti utili e funzionali.

Tra questi una mascherina antismog adatta anche al mercato europeo. L’idea viene vedendo i ciclisti con le mascherine da ospedale.

Stefano ci racconta che è stata una grossa scommessa investire su questo mercato con un prodotto coraggioso, considerando che c’è da noi anche una barriera culturale, che in Asia non c’è, del coprirsi il volto.

 

La maschera antismog Banale e la sua diffusione

Stefano e Tommaso si sono impegnati molto nella ricerca dei fornitori e nella ricerca di soluzioni tecnologiche, in un mercato in cui non si trova nulla al riguardo.

Dopo un’incubazione del progetto di sei mesi, nel 2017 hanno venduto 70 mila Mask.

In Europa la mascherina antismog è molto venduta a Parigi, Londra e Milano. Il mercato asiatico rappresenta da solo il 90% dell’esportazione delle Banale Mask nel mondo.

La durata del filtro della Banale Mask è di 6/8 settimane.

I dati ci dicono che entro il 2020 la Cina intende ridurre di un quarto l’inquinamento. Ogni anno in Cina, oltre 1 milione di persone muore a causa delle polveri sottili.

La maschera antismog Banale è quindi stata accolta positivamente dal mercato e si spera che gli acquisti aumentino, data la validità ed utilità del prodotto.

 

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su