Canali

RIDER, ARRIVA IL NUOVO CONTRATTO

BASTA COL COTTIMO E COMPENSO MINIMO GARANTITO

Tg Pop News

Rider, con il contratto

Basta con il cottimo: in arrivo le tutele per i ciclo fattorini. Sono 3 le parole d'ordine sulle quali si muove il nuovo contratto: salute, sicurezza e previdenza. Ci vorranno 12 mesi di tempo per trovare un accordo tra imprese e sindacati: senza intesa scatterà il lavoro subordinato. Il provvedimento dovrebbe garantire divieto di cottimo, paga minima oraria legata al Contratto Nazionale, salute, sicurezza e tutele previdenziali, per chi svolge l’attività occasionalmente.

Nel concreto ci sarà un doppio binario per l’applicazione dell’emendamento:

  1. Per i ciclo fattorini impiegati in maniera continuativa sono previste le tutele del lavoro subordinato.
  2. Per quelli che lavorano in maniera occasionale c’è un pacchetto minimo di diritti inderogabili. 

In linea di massima l’emendamento stabilisce che i rider “non possano essere retribuiti in base alle consegne effettuate e che debba essere garantito un compenso minimo orario in base ai minimi tabellari stabiliti da contratti collettivi nazionali di settori affini o equivalenti”. Nello specifico: “deve essere garantita un’indennità integrativa non inferiore al 10% per il lavoro svolto di notte, durante le festività o in condizioni meteorologiche sfavorevoli”. Il Ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo ha specificato chiaramente quale sia l’obiettivo del provvedimento: "Stimolare la contrattazione collettiva regolare in concretamente la figura dei rider". 

Rider, c’è chi dice no

Tutto è bene quel che finisce bene dunque? Non proprio. Tra i rider c'è anche chi non è d'accordo: il gruppo del no si riunisce sotto la sigla ANAR, Associazione Nazionale Autonoma dei Riders. Nicolò Montesi, il loro portavoce, ci racconta meglio la loro posizione. Sostiene che l’emendamento sia pericoloso e totalmente inutile dal momento che obbliga le piattaforme a trovare un accordo coi sindacati tradizionali. Infatti i rider iscritti ai sindacati sono pochissimi e il motivo è semplice: sono lavoratori autonomi, e quello che propongono i sindacati è lontanissimo da quello che a loro interessa

Internet in festa

Dal 10 al 13 ottobre, a Pisa, appuntamento con l'Internet Festival. Oltre duecento eventi sparsi per la città si terranno durante i quattro giorni. 

Reinventing 2019 

Torna Reinventing: alta formazione per i "professionisti del bene". “Nuove idee e nuovi strumenti per costruire un mondo migliore” è il titolo della due giorni dedicata all'innovazione del mondo no profit: a Milano il 10 e l'11 ottobre.

Il Nobel delle batterie

Se ogni giorno possiamo usare il nostro smartphone lo dobbiamo anche a loro: stiamo parlando di John B. Goodenough, M. Stanley Whittingham e Akira Yoshino, vincitori del Nobel per la chimica 2019. Sono stati loro, infatti, ad inventare le batterie agli ioni di litio. Non solo telefoni cellulari ma anche computer e auto elettriche, un'invenzione che segnerà anche la mobilità del futuro.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su