Canali

I NUOVI FARAONI

Il rapporto OXFAM sulla ricchezza mondiale

Tg Pop News

Il mondo in mano ai nuovi faraoni, il nuovo rapporto OXFAM sulla ricchezza mondiale.

L’archivio sulla storia di Apple è online, il sogno dei fanatici della mela.

Microsoft senza carbonio

Junior Cally, Amadeus e il Sanremo che partirà con il piede sbagliato.

 

Il range va dal giugno 2018 al giugno 2019

L’1% più ricco deteneva un patrimonio più del doppio della ricchezza netta posseduta da 6,9 miliardi di persone. Soltanto 2153 miliardari tenevano più ricchezza di 4,6 miliardi di persone, ovvero il 60% della popolazione globale. Un quadro che dipinge una disuguaglianza estrema, dove il 46% persone vive con meno di 5,50 dollari al giorno.

 

Lo dice il rapporto annuale di OXFAM sulla povertà.

E in Italia non va meglio. E’ fermo l’ascensore sociale: i figli dei ricchi restano ricchi e i figli dei poveri restano poveri.

 

Oltre il 30% dei giovani occupati guadagna 800 euro al mese lorde, e il 13% gli under 29 versa in condizioni di povertà lavorativa.

I giovani italiani reclamano, secondo il report di OXFAM, un futuro più equo.

 

Apple maniaci, siete avvisati: è on ine il più grande archivio della storia della mela. La storia dell’azienda anno per anno, dal 1977 ad oggi, speech inediti di un giovanissimo e allampanato Steve Jobs, vecchi spot e curiosità. Questo il link di riferimento: applearchive.org

Carbonio free, è la promessa di Satya Nardella al pianeta: il CEO di Microsoft si pone un obiettivo molto ambizioso, ripulire l’ambiente eliminando il carbonio prodotto dalla sua azienda dal 1975.

La svolta green delle big 5, almeno a parole, è cominciata. 

 

Junior Cally e i suoi testi sessisti. O meglio, testi violentissimi in cui si descrivono femminicidi, si insultano le donne e si sbeffeggiano le forze dell’ordine: tutto questo sta per approdare a San remo, l’evento della tv pubblica più importante dell’anno. La manifestazione traballa ancora prima di partire: ce ne parla in questo estratto dell’editoriale Michele Monina, The Shooter.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su