Canali

IL MERCATO DELLE OPERE D’ARTE

5,55 MLD È IL GIRO D'AFFARI NEL PRIMO SEMESTRE 2019

Tg Pop News

Quanto vale il mercato delle opere d'arte?

Il giro d’affari delle tre grandi case d’asta ha raggiunto nel primo semestre 2019, 5,55 miliardi di dollari. Una cifra enorme ma che nasconde un forte calo rispetto allo stesso periodo del 2018: - 20,3%. I dati sono di ArtTactic, tra i migliori analisti del mercato mondiale dell’arte.

Qual è l’opera d’arte più costosa al mondo:

  1. Numero 10: “Arbres dans le jardin de l’asile” di Vincent Van Gogh, battuto per 40 milioni di dollari da Christie’s a New York.
  2. Numero 9: “Henry Geldzahler and Christopher Scott” di David Hockney, aggiudicato per 49,449,221 dollari ad un’asta di Christie’s a Londra.
  3. Numero 8: “Untitled” di Mark Rothko aggiudicato per 50,095,250 dollari in asta da Sotheby’s a New York.
  4. Numero 7: “Study for a head” di Francis Bacon aggiudicato a 50,380,000 dollari in asta da Sotheby’s a New York.
  5. Numero 6: il celebre “Double Elvis” di Andy Warhol aggiudicato a 53 milioni in un’asta a Christie’s a New York.
  6. Numero 5: “Femme au chien” di Pablo Picasso aggiudicato in asta da Sotheby’s a New York per 54,936,000 dollari.
  7. Numero 4: con 59,295,000 dollari è stato venduto “Bouilloire et fruits” di Paul Cézanne, battuto da Christie’s a New York.
  8. Numero 3: “Buffalo II” di Robert Rauschenberg, aggiudicato per 88,805,000 dollari in asta da Christie’s a New York.
  9. Secondo posto per il coniglio di Jeff Koon. “The rabbit” è stato battuto per 91,075,000 dollari da Christie’s a New York.
  10. Prima posizione per Cluade Monet e il suo “Meules” che è stato aggiudicato per 110,747,000 dollari in un’asta da Sotheby’s a New York.

Gli headhunter vi guardano dai social

A dirlo una ricerca di Wyser Italia sull’uso del web e dei social nel recruiting. I cacciatori di teste usano i social per scovare profili idonei ma non solo LinkedIn: il 76% degli Headhunter cerca anche attraverso Facebook e Instagram e attenzione agli errori grammaticali perché per il 35,7% sono un campanello di allarme.

Estate, la stagione dei furti d’identità 

La stagione calda è la più propizia per i ladri d’identità della rete. Secondo l’Osservatorio Crif-Mister Credit sui furti d'identità e le frodi creditizie, nell’ultimo anno in Italia si sono verificati più di 27mila casi, in aumento di 400 unità rispetto al 2017.

Milano è Plastic Free

Buone pratiche fin da piccoli: Milano regalerà a tutti i bambini delle scuole elementari e delle medie una borraccia di metallo. Insomma, un inizio green per il prossimo anno scolastico.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su