Canali

I MEDICI ITALIANI FUGGONO IN GRAN BRETAGNA

OGNI ANNO 1.500 MEDICI SPECIALIZZATI LASCIANO IL NOSTRO PAESE

Tg Pop News

La fuga dei medici italiani

Si sono presentati in 68mila per il test d’accesso alla facoltà di medicina per soli 11mila posti disponibili. Siamo il Paese che ha più bisogno di medici in Europa ma anche quello che li fa scappare maggiormente. Ogni anno, infatti, 1.500 medici specializzati lasciano l’Italia e l’emergenza si fa sempre più seria: le stime parlano di una carenza di 16.500 camici bianchi entro il 2025.

  1. La meta preferita è la Gran Bretagna dove emigra il 36% dei medici nostrani e dove lo stipendio medio lordo è di 132.632 euro.
  2. Stesso stipendio anche in Francia dove fugge il 18% dei medici italiani.
  3. Terzo posto per la Svizzera dove emigra il 17% dei nostri camici bianchi e dove un medico specializzato guadagna circa 115.000 euro l’anno.

I medici che abbandonano il nostro Paese per altre mete hanno un'età che va dai 28 ai 39 anni: La regione da cui ne partono di più è il Veneto. Ad andarsene sono soprattutto ortopedici, pediatri, ginecologi e anestesisti. Il fenomeno sta mettendo a rischio l’intero Servizio Sanitario Nazionale. È scattata ormai, a tutti gli effetti, l'emergenza per la mancanza di medici; ne servono 8mila, di cui 2mila nei Pronto Soccorso. Già a gennaio di quest’anno un rapporto di Anaao Assomed aveva lanciato chiaro l’allarme: nel 2025 curarsi in ospedale sarà più difficile perché mancheranno ben 16.500 specialisti.

Cosa fare dunque? Il nuovo governo Conte ha promesso un piano di assunzioni straordinarie proprio alla luce di una situazione sempre più drammatica in cui mancano all’appello:

  • 8mila medici
  • 36mila infermieri
  • 2mila dirigenti 

Ovviamente si tratta di una manovra impegnativa, anche dal punto di vista economico, dal momento che si parla di una cifra che ruota intorno a 1,5-2 miliardi di euro. Ma dobbiamo vedere anche l’altro lato (economico) della medaglia. Se per assumere medici e infermieri lo Stato dovrà spendere un’ingente somma di denaro, dall’altro il fatto di pagare il percorso la formazione di questi professinisti per vederli poi partire per l'estero è un incredibile spreco di risorse e talenti: basti pensare che servono circa 250mila euro per formare un medico. Ogni anno insomma sprechiamo ben 350 milioni di euro in medici già belli che formati. Un esempio di “cervello in camice bianco” che ha lasciato il nostro Paese per andare a Londra è Stefano Stea, un chirurgo maxillo-facciale che ha scelto di fare il pendolare tra Londra e l’Italia.

La prima campagna di equity crowdfunding

I-RKF è la prima investment company a lanciare una campagna di equity crowdfunding su CrowdFundMe, unica piattaforma del genere quotata in borsa. Ad oggi sono stati già raccolti 1,39 milioni di euro.

Come dentro un film 

Vi piacerebbe soggiornare dentro i veri set dei grandi film o delle più famose serie tv? Oggi con Airbnb si può. Si può scegliere la casa californiana della Signora in giallo, perfetta per i fan di Jessica Fletcher, oppure optare per la sinistra villa di Twilight; e per i più romantici nella contea di Suffolk in Inghilterra.

Un paese in vendita 

Ad Esino Lario, un paese di 747 abitanti in provincia di Lecco, il sindaco Pietro Pensa ha intrapreso un’iniziativa interessante per rilanciare questo piccolo centro che si sta svuotando. Anche in termini un po' provocatori, il sindaco ha messo in vendita il Paese e, nella sua iniziativa, ha trovato il consenso e l'appoggio di Vittorio Sgarbi.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su