Canali

COME LIBERARCI DELLA “PLASTIC SOUP”

UN LIBRO PER RIDURRE L’INQUINAMENTO DELLA PLASTICA IN MARE

Tg Pop News

Inquinamento della plastica in mare

L’8 giugno è stata la Giornata Mondiale degli Oceani. Un’occasione per affrontare il tema dell’inquinamento della plastica nei mari. Si tratta di un problema poco dibattuto e che comunque mette a repentaglio non solo la vita dei mammiferi marini, infatti sono sempre di più le specie a rischio estinzione per via della plastica, ma anche quella di noi esseri umani, influenzando notevolmente il cambiamento climatico della Terra, ad esempio attraverso il fenomeno dilagante dello scioglimento dei ghiacciai

La soluzione dovrebbe essere profonda e netta: cambiare il nostro sistema economico, passando da uno lineare, basato su una logica usa e getta, ad uno circolare, dove si predilige il riutilizzo dei materiali. Sempre più aziende adottano il modello dell'economia circolare, ma sono ancora poche. 

Atlante Plastic Soup

Plastic Soup Foundation e Legambiente si sono unite per accendere una luce sul problema dell’inquinamento della plastica in mare. Serena Carpentieri, vicedirettore di Legambiente ci presenta l’Atlante Plastic Soup pubblicato da Edizioni Ambiente. “Questo libro – ci dice Serena – è una guida che risponde a molte domande sull’inquinamento della plastica in mare, ma soprattutto risponde al questito più importante: cosa possono fare i cittadini?”.

Per produrre 9 milioni di specie animali in nostro pianeta ha impiegato circa 3,5 miliardi di anni. In tutto questo tempo questa varietà di fauna ha interagito con l’ambiente circostante, cercando di adattarsi ad esso. Adesso, la zuppa di plastiche negli ambienti marini rischia seriamente di portare all’estinzione di questi animali. 

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su