Canali

L’EUROPA È IN ROSA?

IL NUMERO DELLE DONNE IN POLITICA (IN ITALIA E EUROPA)

Tg Pop News

Donne in politica in Europa

Donne in politica, quante sono? In Europa c’è sia la tedesca Ursula Von Der Leyen, in Commissione Europea, che la francese Christine Lagarde, alla presidenza della Banca Centrale europea. Insomma, due donne in due ruoli strategici per il futuro dell’Europa. Due donne dal profilo professionale inconfutabile. Ursula Von Der Leyen, belga di nascita, ha studiato alla London School of Economics ed è Ministro della Difesa della Germania Christine Lagarde, parigina di nascita, è stata la prima donna ad essere nominata direttore del fondo monetario internazionale. 

Ma si esaurisce qui la presenza delle donne nei “piani alti d’Europa”?

Diciamo che, secondo i dati Eurostat in Europa il numero di parlamentati o di membri del governo di sesso femminile rappresenta solo il 30%. La politica più rosa d’Europa si trova in Svezia e Finlandia: qui le percentuali salgono rispettivamente a 46,7% e 41,5% mentre la peggiore è l’Ungheria con il 12,6%.

Donne in politica in Italia

In Italia la percentuale è del 35,3% se guardiamo al parlamento ma scende al 16,7% per quanto riguarda gli incarichi di governo. Per quanto riguarda il numero delle donne che siedono nei vari parlamenti, se la media europea è del 29,9%, l’Italia registra una percentuale del 35,3%. A favorire questa percentuale c’è il Rosatellum, l’attuale legge elettorale in Italia secondo la quale nei collegi uninominali ci può essere una preponderanza massima del 60% per un genere, mentre nelle liste plurinominali ci deve essere un equilibrio tra donne e uomini. Ma com’è possibile che nel nostro Paese soltanto un parlamentare su tre sia donna? Semplice, una stessa donna candidata veniva messa come capolista in più collegi e se avesse vinto in ogni circoscrizione, si sarebbe aggiudicata solo quello dove aveva ottenuto più voti, mentre in tutti gli altri passava il secondo in lista, un uomo.

Donne al Governo

Nell’analisi degli incarichi di governo, dove non esistono da noi quote prestabilite, le donne in Italia fanno registrare una percentuale pessima: 16,7% (come Cipro) contro una media europea del 30,2%. Siamo completamente sorpassati da Francia e Spagna che registrano rispettivamente del 48,6% e del 52,4%. Inoltre l’Italia fa anche un passo indietro rispetto al 2017 quando la percentuale delle donne al governo era del 28,1%. Dopo di noi c’è solo l’Ungheria con il 7,1% e Malta con il 12%.

Gaming disorder: una nuova malattia

SI tratta della dipendenza da videogiochi che è entrat nell’elenco delle nuove malattie per l’Organizzazione Mondiale per la Sanità. La nuova patologia circoscritta va ad aggiungersi alle altre connesse all’uso smodato di internet, computer e smartphone.

Lavazza: la tazzina che si mangia

La multinazionale piemontese Lavazza lancia la tazzina commestibile sviluppata dalla società bulgara Cupfee. Il gusto è una miscela di cereali.

Scandalo Cambridge Analytica

Il garante per la protezione dei dati personali in Italia multa Facebook per 1 milione di euro. I gestori dell’app Thisisyourdigitallife riuscirono ad ottenere i dati centinaia di migliaia di utenti.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su