Canali

Elena Peracchi

IL FUTURO DELLE CRIPTOVALUTE

ECCO COSA ACCADRÀ ALLE MONETE DIGITALI

Tg Pop News

Differenza fra monete digitali e valute tradizionali

Dopo il crollo finanziario di Lehman Brothers le persone avevano la sensazione che il denaro depositato in banca potesse essere loro sottratto in qualsiasi momento. A partire da questo evento si sono diffuse sempre di più le criptovalute che sembravano essere la risposta perfetta per accumulare somme di denaro che non potessero essere congelate. Oggi però, nei confronti delle monete digitali c’è molta diffidenza. Pietro Speroni di Fenizio, dell'Università degli Studi “G. D'Annunzio”, spiega qual è la principale differenza fra valute tradizionali e monete digitali: “Se tu hai un Bitcoin, questo non ti potrà essere levato, ma se invece depositi mille euro in banca, questi mille euro ti possono essere congelati.”

Cosa sono i Bitcoin?

Si tratta di una criptovaluta nata nel 2009 da Satoshi Nakamoto (pseudonimo dietro il quale si nasconde il fondatore o i fondatori). Il Bitcoin è la valuta internazionale maggiormente utilizzata anche perché, in questo periodo, le monete digitali stanno fiorendo tanto da essere passate dalle 200 del 2014 alle 5.000 del 2019.

Quale sarà il futuro del denaro?

Sul futuro delle criptovalute si è espresso Francesco Rampone, della neonata Associazione Blockchain, spiegando che in quanto monete, seppur digitali, non sono infinite e, nel caso dei Bitcoin, si stima che la loro estrazione terminerà nel 2140.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su