Canali

LA GIUSTIZIA ITALIANA SOTTO PROCESSO

IL 66% CREDE CHE I MAGISTRATI AGISCANO PER FINI POLITICI

Tg Pop News

Giustizia italiana: in pochi ci credono

Gli italiani hanno ancora fiducia nella giustizia italiana? A rivelarcelo è un sondaggio di analisipolitica.it commissionato dal quotidiano Libero. Secondo quanto rilevato, la fiducia nella magistratura è decisamente calata.

  • Più della metà degli intervistati, il 52%, ha poca o nessuna fiducia nella macchina giudiziaria con un calo del 5% rispetto al 2017.
  • L’85% delle persone intervistate attende una profonda riforma della giustizia capace di far funzionare il sistema giudiziaria con maggior efficienza.

Interessanti sono le opinioni in merito al rapporto tra politica e giustizia. In particolar modo come e quanto la prima possa influenzare la seconda.

  • Il 66% degli intervistati crede che i magistrati agiscano per fini politici;
  • Il 74% degli interpellati pensa che le scelte dei magistrati abbiano condizionato molto la vita politica italiana;
  • Il 41% pensa che ci sia in atto un attacco giudiziario nei confronti della Lega. Ovviamente in questo caso la domanda è fortemente influenzata dall’orientamento politico dell’interpellato. Alla luce di questo si può dire che il 71,3% di chi ha votato Lega pensa che la giustizia italiana stia perpetrando un attacco nei confronti di Salvini.

Anche la responsabilità dei magistrati è stata tema del sondaggio:

  • Per il 91% degli intervistati un giudice che sbaglia dovrebbe essere responsabile delle proprie azioni;
  • Il 78% è convinto che i magistrati dovrebbero essere periodicamente sottoposti a controlli psicologici;
  • Il 74% degli interpellati pensa che i magistrati che sono troppo lenti e fanno uscire gli accusati per decorrenza di tempi, debbano essere allontanati dalla loro carica;
  • L’87% degli intervistati pensa che un magistrato, prima di entrare in politica debba dimettersi dalla carica che sta rivestendo.

Insomma, difficile biasimare chi non nutre la massima fiducia nel sistema giudiziario del nostro Paese, considerando che servono 548 giorni per risolvere contenziosi civili e addirittura 887 per la giustizia amministrativa.

Il mattone delle case vacanza

Quanto può costare comprare una casa per le vacanze? La più cara è Capri, dove si devono sborsare fino a 12.700 euro al metro quadro. Seconda è Forte dei Marmi, dove il costo al metro quadro scende soltanto di 100 euro. Chiude il podio Madonna di Campiglio che, con i suoi 12.400 euro al metro quadro, guida anche la classifica delle località di montagna.

La petizione che imbarazza Oxford

L’Oxford Dictionary avvicinerebbe al termine “donna” sinonimi dispregiativi. Lo ha scoperto una giovane donna italiana che vive a Londra e che ha lanciato una petizione perché quei termini vengano rimossi. La petizione su change.org è stata ripresa anche dal tabloid inglese The Guardian. Ci racconta com’è andata questa storia la protagonista di questa storia, Maria Beatrice Giovanardi.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su