Canali

PIÙ SOLDI PER LE AZIENDE GREEN

TUTTI I NUMERI DELL’ EUROCHAMBRES ECONOMIC FORUM 2019

Tg Pop News

EUROCHAMBRES Economic Forum 2019 

Ben 160mila euro di benefici economici per le imprese del settore dei metalli, 400mila per le imprese manifatturiere che producono alimenti e bevande, 27mila euro o il 10% del fatturato per le imprese dell'ospitalità e infine il 4% di ricavi in più per il settore automobilistico. Benefici per le aziende dunque ma rivolte a investimenti sulla circolarità dell'economia. C'è chi lo sta facendo già in Italia, come aziende nell'edilizia o nel riciclo dei rifiuti. Se ne è discusso a Roma in occasione della terza edizione dell’EUROCHAMBRES Economic Forum 2019 (EEF), organizzato da Eurochambres e Unioncamere. Il tema discusso è quello d’individuare misure e incentivi per aiutare le imprese a compiere una crescita sostenibile. Si confronteranno i vertici di Unincamere,  associazione rappresenta 1.700 camere di commercio di 43 paesi europei, punto di riferimento per oltre 20 milioni d'imprese.

Economia circolare in Italia 

L'Italia? Quasi il 25% delle imprese industriali e terziarie ha già adottato politiche green, a dirlo il vicepresidente vicario di Unioncamere Andrea Prete, partner dell'evento. L’Europa si sta muovendo verso un’economia non solo più green ma anche più circolare che utilizza il modello del riutilizzo e del riciclo per svilupparsi. Sembra però che non sia stato fatto ancora abbastanza; cosa resta da fare quindi?

  1. Ridurre gli ostacoli normativi soprattutto relativi alle sostanze chimiche, ai prodotti e ai rifiuti.
  2. Abbattere le barriere alla circolazione delle materie prime secondarie.
  3. Stimolare l'innovazione e creare nuovi modelli commerciali.
  4. Far sì che le misure di efficienza non limitino la possibilità d’innovarsi delle imprese. 
  5. Migliorare i sistemi di raccolta dei rifiuti non solo all’interno dell’Europa ma anche al di fuori di essa. 

Ma com’è messa l’Italia nel panorama europeo?

Nell’ambito green il nostro paese può vantare alcuni importanti primati. A dircelo è uno studio condotto da Unioncamere e Symbola.

  • Ben ¼ delle imprese agricole nostrane negli ultimi 5 anni ha puntato su un’economia green
  • Sempre parlando di agricoltura le emissioni di gas serra generate dalle aziende agricole nostrane ammontano a 569 tonnellate vale a dire il 46% di gas serra in meno della media UE a 28. Il nostro Paese ha, inoltre, il minor numero di prodotti agroalimentari con residui di pesticidi pari allo 0,48%, vale a dire ben sette volte inferiore rispetto ai prodotti francesi e di 4 volte di quelli spagnoli e tedeschi.
  • L’Italia vanta, con il 76,9%, il primato in Europa come riciclo totale dei rifiuti: stiamo parlando del 76,9%, vale a dire più del doppio della media europea. Dopo di noi Francia (53,6%), Regno Unito (43,6%) e Germania (42,7%).

Ma quanto incide tutto questo sui numeri della nostra economia? Il modello green vanta il 13% degli occupati complessivi del nostro Paese. Inoltre, l'Italia è la prima Nazione in Europa per dematerializzazione dell’economia. Questo vuol dire che ogni kg di risorsa consumata porta a 4 euro di PIL, molto di più della media europea che si attesta sui 2,24 euro.

Il giorno più bello si tinge di green

A proposito di green economy anche il giorno del matrimonio diventa sostenibile. È l'idea della startup di Caterina Maestro, il primo servizio di noleggio fashion che ci racconta gli ingredienti per una cerimonia consapevole.

Futuro tech a stelle e strisce.

Ci sono 250mila nuove opportunità di formazione: è il progetto rivolto ai lavoratori americani annunciato da Ivanka Trump e il CEO di Google Sundar Pichai. Il progetto è rivolto a chi necessita di reinserirsi nel mondo lavorativo: nuove skills soprattutto a carattere tecnologico.

Pioggia di soldi per il Joker 

Ben 93,5 milioni di dollari in un weekend, una distribuzione di 4.374 copie in altrettante sale cinematografiche: mai nessun film in uscita nel mese di ottobre è riuscito a fare di meglio. Il film di Todd Phillips entra nella leggenda del botteghino.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su