Canali

DOLCE&GABBANA: FUGA DAI SOCIAL

LA STRATEGIA VINCENTE CHE HA FATTO CRESCERE I RICAVI DEL 4,9%

Tg Pop News

Dolce&Gabbana e la strategia vincente

In principio fu l’incidente diplomatico con la Cina. Nel famoso spot ritenuto offensivo una ragazza cinese si trovava alle prese con una difficile sfida: mangiare i cibi più tipici e caratteristici della nostra cucina, come spaghetti, pizza e cannoli siciliani utilizzando solo le bacchette che comunemente sostituiscono le posate nei pasti in Oriente. Un’ironia che seppe raccogliere tutt’altro che risate e consenso ma che invece portò la Maison italiana a ricevere una pioggia di critiche, accuse di razzismo, di sessismo e al successivo boicottaggio Web di Dolce&Gabbana la quale, di tutto punto, annullò un evento speciale a Shanghai.

Verrebbe da dire "Sono i social bellezza!", sono spietati e una volta che qualcosa è messo in piazza, non si torna più indietro. Il Web non perdonò i due stilisti, nemmeno dopo le loro scuse pubbliche. A seguito di questo evento ci fu la latitanza sui social da parte della Maison italiana, niente influencer e un ritorno alla buona vecchia carta stampata: una dieta a base “old fashion” che ha portato risultati sorprendenti. Ce ne parla Azzurra Barbuto su Libero.

La strategia di D&G è stata molto più che vincente: i ricavi del gruppo sono aumentati del 4,9%. Se da una parte c’è stata una lieve contrazione del mercato Asia-Pacifico, - 3%, dall’altra il brand ha conquistato terreno nelle Americhe. Stabili invece i ricavi in Italia, Europa e Giappone, rispettivamente del 23, 28 e 5%.

Imparare dal Lego 

Il programma di educazione dell’azienda danese si chiama Lego Mindstorms Education EV3 e si propone d'insegnare gratuitamente agli studenti delle scuole superiori il linguaggio di programmazione Python, tra i più diffusi al mondo.

Bonus per chi trasloca in Molise

Si chiama reddito di residenza attiva e ha lo scopo di far rinascere i paesi molisani meno popolati: 100 comuni su 136 in Molise contano meno di 2.000 abitanti. L’iniziativa antiabbandono è finanziata con 1 milione di euro, le candidature sono aperte e il periodo di residenza minima è fissato a 5 anni.

Non c’è pace per Libra

La criptovaluta di Facebook incassa un altro colpo: l’antitrust dell’Unione Europea apre un’indagine per sospetta violazione delle norme di concorrenza. Anche il consiglio della Federal Reserve aveva espresso preoccupazione rispetto al nuovo progetto: la criptovaluta di Zuckerberg spaventa il mondo.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su