Canali

IN ITALIA DIMINUISCE LA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE

IL TASSO DI DISOCCUPATI UNDER 25 SCENDE AL 30,2%

Tg Pop News

Disoccupazione giovanile in Italia

Secondo l’Istat, nel mese di Marzo la percentuale di chi non lavora è scesa, passando dal 10,5 al 10,2 %. Uno scenario che premia soprattutto i giovani: il tasso degli under 25 scende al 30,2%. In totale gli occupati sono aumentati di 60.000 unità.

Chi se la passa peggio è senz’altro la fascia dei lavoratori fra i 35 e i 49 anni, categoria nella quale l’occupazione rimane sostanzialmente bloccata. I dati veramente peggiori arrivano invece dai NEET, “Not in Education, Employment or Training” ovvero gli inattivi, coloro che non studiano né lavorano. Secondo l’Istat, nella fascia giovane della popolazione, quella compresa tra i 15 e i 29 anni, i NEET toccherebbero una percentuale del 24,1%, con picchi del 34% nelle regioni del Sud Italia.

I NEET in Italia

Il motore di ricerca Jobrapido, leader mondiale del recruitment online, ha tracciato un identikit dei NEET in Italia. L’indagine è stata condotta su un campione di 1.800 utenti. Il quadro emerso evidenzia come il fenomeno dei NEET, a differenza di quanto sostenuto da molti, non coinvolge solo le fasce più giovani della società e nemmeno esclusivamente quelle residenti nel Sud Italia. Circa la metà dei NEET infatti abita al Nord: addirittura il 75% ha più di 35 anni.

Il 52% degli intervistati si dichiara inattivo da oltre un anno, la percentuale maggiore è rappresentata dagli uomini con il 57% mentre le donne sono solo il 43%. Il livello di scolarizzazione è medio-basso, il 52% è in possesso di un diploma di scuola superiore, mentre il 24% della sola licenza media. Stessa percentuale per coloro che sono in possesso di una laurea triennale o di un titolo accademico superiore. Interessante è la motivazione in merito al proprio periodo di inattività: la maggioranza degli intervistati sostiene di aspettare un lavoro consono alle proprie aspettative. Insomma: tutti fermi in attesa del lavoro dei sogni.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su