Canali

NEW ORLEANS SOTTO ATTACCO, LA BOMBA È DIGITALE

La nuova frontiera del crimine

Tg Pop News

È successo negli Stati Uniti, a New Orleans, nello stato della Lousiana: bloccati molti servizi essenziali della città a causa di un attacco informatico di grandi proporzioni che ha costretto il sindaco della città a dichiarare lo stato di emergenza. I sospetti si concentrano sul cripto ricattatore Ryuk, che avrebbe chiesto un riscatto in bitcoin. Ai microfoni di Pop Economy l’esperto di cyber sicurezza Alessandro Curioni. Eccone un estratto: “Il caso di New Orleans non è assolutamente una novità nel panorama degli attacchi a sfondo hacker che ormai, da anni, colpiscono diverse città. Già lo scorso giugno, Baltimora fu vittima della stessa tipologia di attacco che portò al blocco di molti servizi essenziali della città.”

La voce che apre le porte digitali

Il 2020 è alle porte e sarà l’anno della biometria vocale: si tratta dei sistemi di riconoscimento e autenticazione attraverso la voce. Autorizzare transazioni bancarie, ritirare gli esiti di un esame medico o accedere alla propria posizione assicurativa: presto sarà possibile eseguire questi comandi semplicemente con la propria voce. Ci spiega meglio di cosa si tratta Rosa Maria Molteni – Marketing & Communication Manager di Spitch, l’azienda svizzera che fornisce soluzioni basate sul riconoscimento vocale automatico.

Secondo Spitch, ci sono 5 film che avevano già previsto l’avvento del riconoscimento vocale:

  • Blade Runner: pellicola del 1982 ambientata in una Los Angeles distopica. L’accesso alla casa di Rick Deckard, il cacciatore di taglie, richiede un’autenticazione con le impronte vocali;
  • Face/Off – Due facce di un assassino: il film del 1997 prevede uno scambio d’identità dei due protagonisti, attraverso un intervento di chirurgia plastica e un chip impiantato in gola in grado di replicare perfettamente le loro voci;
  • Mr. & Mrs. Smith: la pellicola che ha fatto innamorare i due protagonisti, Angelina Jolie e Brad Pitt, rientra tra i film che hanno previsto la biometria vocale. Per accendere il computer del Signor Smith, infatti, è necessario utilizzare la voce.
  • Mission Impossible: il super computer della CIA, in questo cult del 1996, è protetto da impronta vocale;
  • Star Trek – Alla ricerca di Spock: nel capitolo del 1984 della saga, l’identificazione della voce  del capitano Kirk è in grado di autodistruggere la nave stellale Enterprise.

Scuole pulite

Si discute in Parlamento il processo di internalizzazione dei servizi di pulizie nelle scuole italiane, ma a rischio ci sono migliaia di posti di lavoro. Noi di Pop Economy abbiamo sentito le opinioni dei lavoratori e del presidente di ANIP Confindustria, Lorenzo Mattioli.

Disparità di genere

La strada della parità è ancora lunga: ce lo dice il Global Gender Gap Report 2020 del World Economic Forum. Ai microfoni di Pop Economy, il commento di Alessandra Casarico, docente di Scienze Sociali e Politiche dell’Università Bocconi di Milano. “Il Global Gender Gap Report è diventato un appuntamento per cercar di capire come vari Paesi si comportano sul fronte dell’uguaglianza o della disuguaglianza di genere. Il segnale che complessivamente arriva, dal Report di quest’anno, è che ci sono stati alcuni miglioramenti, ma per poter arrivare alla parità di genere dovremo pazientare ancora per circa 100 anni. 

E l’Italia? “L’Italia non è uno dei Paesi che si comporta particolarmente bene e siamo scesi di sei posizioni rispetto all’ultimo Report e siamo al 76° posto in questa classifica.”

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su