Canali

Irene Fassini

I MILLENNIALS SCELGONO NETFLIX

25,8 MILIONI DI UTENTI HANNO SCELTO L'ON DEMAND

Tg Pop News

Ebbene sì, sembra proprio che ci stiamo avvicinando al momento di dire bye bye al caro, buon vecchio televisore del salotto. Se c’è un elemento, infatti, che emerge chiaramente dai dati Auditel è che nella stagione tv 2018-2019 proprio il televisore ha perso più o meno un milione di spettatori. Insomma, la televisione sta lasciando spazio all'on demand.

Dove sono finiti gli utenti?

A giovare di questa perdita è stato soprattutto il panorama delle Pay Tv. Stando a uno studio EY gli abbonamenti alle piattaforme Video on demand sarebbero saliti a 8 milioni a gennaio, aumentando di 1,23 milioni rispetto a giugno. Le protagoniste di questa avanzata in Italia sono le principali piattaforme come Netflix, Amazon Prime Video o Dazn. Sebbene non ci sia nulla di certo, sembra proprio che a vincere sul versante Pay dell’on demand sia Netflix, seguito da  Prime Video e DAZN. A questi utenti c’è da aggiungere chi, invece, ha fruito dei contenuti non pagando e utilizzando quindi piattaforme come Youtube, Raiplay o Mediaset Play. 

Il totale di free e pay di 25,8 milioni è pari al 71% degli utenti internet italiani. Insomma, il mercato sta cambiando e la vecchia TV in salotto, quella del “Lascia o Raddoppia” o del Festival di Sanremo, sembra destinata ad essere messa nel ripostiglio. È presto per dirlo, ma certamente i dati che abbiamo indicato denotano un pubblico diverso, un pubblico che decide non solo cosa vedere, ma anche quando e dove. 

È un pubblico giovane, abituato a usufruire di differenti dispositivi, magari contemporaneamente, piuttosto che ha passare in un attimo da Pay a Free, da Netflix a Youtube. Andiamo a capire meglio il rapporto tra millennials e Tv, chiedendo proprio a loro cosa ne pensano.

David ci dice che la televisione è un ottimo strumento per divulgare informazioni e per svagarsi. Lorenzo, 21 anni, lo usa nei momenti in famiglia, a pranzo e a cena. Riguardo alla TV, Aziz, 20 anni, è molto più drastico e dice: "Penso che il televisore sia abbastanza inutile. Molto meglio utilizzare il computer". Come molti dei suoi coetanei, Aziz usa il televisore come device, come supporto al quale collega il PC per fruire dei contenuti online, solo che da uno scherm più grande. Insomma, il televisore sembra pronto ad andare in pensione, tuttavia, secondo quanto detto dai ragazzi non è ancora il momento di dirgli addio.

Certo è che i millennials preferiscono il mondo dell'on demand. Fra tutte le piattaforme, la più amata è Netflix, che tutti, o quasi, posseggono spesso usufruendo di un abbonamento condiviso con amici o familiari. Fracesco, 20 anni, ama seguire film e serie su Netflx e lo fa da cellulare. 

Nel mondo dell'on demand i ragazzi passano da pay a gratis utilizzando il sito della Rai, Youtube ma anche Prime Video. Intrattenersi, quindi, senza interruzioni, senza pubblicità e senza momenti vuoti, morti. 

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su