Canali

LA LIBERTÀ DI STAMPA IN ITALIA È A RISCHIO

NELLA CLASSIFICA SULLA LIBERTÀ DI STAMPA IL NOSTRO PAESE È SOLO 43ESIMO

Tg Pop News

Come ogni anno arriva puntuale il World Press Freedom Index, l’indice mondiale della libertà di stampa. Il rapporto è redatto da Reporter Senza Frontiere (RSF), una ONG con sede a Parigi, consulente delle Nazioni Unite.

Libertà di stampa, la classifica mondiale

La ricerca è stata portata avanti sottoponendo un questionario sia ad organizzazioni partner che a giornalisti, ricercatori e giuristi di tutto il mondo

  • Al primo posto la Norvegia. Unico caso di attacco ad un giornalista è stato nel 2018 quando il reporter televisivo di origine coreana Fredrick Solvang è stato bersaglio di insulti razzisti. 
  • La Finlandia sul secondo gradino
  • Terzo posto per la Svezia.

Rimanendo nella top ten troviamo Paesi come Jamaica, Belgio e Costa Rica. Germania e Francia rispettivamente al tredicesimo e trentaduesimo posto.

Libertà di stampa in Italia

Meglio dello scorso anno ma tra gli ultimi posti tra le nazioni europee è la posizione dell’Italia in classifica. Siamo al 43esimo posto della classifica e, nonostante un miglioramento di tre posizioni rispetto all’anno precedente, la situazione rimane preoccupante. Sono circa una ventina i nostri giornalisti sotto la protezione delle forze dell’ordine, minacciati dai grandi gruppi criminali o da organizzazioni estremiste. Campania, Calabria, Puglia e Sicilia sono tra le regioni peggiori per fare informazione ma anche Roma non è da meno. I giornalisti italiani sono spesso bersagliati anche da parte del mondo politico che non risparmia loro critiche e insulti.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su