Canali

Andrea Triunfo

SYMBOLA E LA GREEN ECONOMY

La sfida di Fondazione Symbola: azzerare l'emissione dei gas serra entro il 2050

PopEconomy XL

Il progetto Symbola

893 sono le adesioni raccolte da Symbola per il suo manifesto green. Ma qual è l’ambizioso traguardo che la fondazione vorrebbe raggiungere entro il 2050? Lo abbiamo chiesto direttamente al suo presidente, Ermete Realacci, ai microfoni di Pop Economy: “La qualità, in questo caso, è legata dall’affrontare la crisi climatica; cioè la tesi di questo manifesto che ha come primi firmatari, oltre a me e il Presidente di Confindustria, il Presidente di Coldiretti, il rappresentante del Sacro Convento di Assisi - Padre Enzo Fortunato -, l’Amministratore delegato dell’Enel Katia Bassioli e tantissimi altri esponenti dell’economia e della società civile. Da Renzo Piano a Zamagni alla Lega Ambiente: insomma, un mondo che adesso può essere sottoscritto andando sul sito di Symbola, se lo si condivide, e ricordare che contrastare la crisi climatica non è solo necessario, ma una grande opportunità per cambiare la nostra economia. Symbola è l’associazione che promuove e aggrega le qualità italiane con ricerche, eventi e progetti raccontato aziende e istituzioni che migliorano il Paese puntando su innovazione sviluppo, creatività, capitale umano e territorio.”

L’agricoltura biologica e la sostenibilità

Symbola è la promotrice di Green Italy, arrivata alla sua decima edizione. Stefano Leporati di Coldiretti ci racconta che oggi l’agricoltura in Italia risulta essere la più sostenibile e green d’Europa, attraverso la terra, perché il 15% di superficie agricola è destinata al biologico ma anche all’utilizzo di tutti i fattori produttivi dell’acqua. Oggi l’Italia usa l’acqua in modo razionale, utilizzando le tecnologie che sono state messe a disposizioni negli ultimi anni. Ma se dal punto di vista produttivo siamo all’avanguardia, anche per ciò che riguarda le emissioni, l’Italia si distingue anche per il metodo differente di distribuzione. In Italia è molto importante la vendita diretta: l’agricoltore vende direttamente al consumatore. Il termine agricoltura biologica indica un metodo di allevamento e coltivazione che ammette l’impiego solo di sostanze naturali. L’agricoltura italiana è diventata la più green d’Europa con il maggior numero di certificazioni alimentari a livello comunitario per prodotti denominazione Dop e Igp.”

La carta da macero: l’inizio dell’economia circolare 

Un’attività storica dell’economia circolare italiana è la raccolta di carta da macero. Francesco Sicilia, Direttore di Unirima, ci racconta cosa rappresenta questa tipologia di raccolta nel panorama dell’economia circolare. 

L’industria del legno e la green economy

L’industria del legno è da sempre un’eccellenza italiana, un colosso da oltre 40 miliardi l’anno che occupa più di 300.000 persone in circa 80.000 aziende specializzate. Omar Degoli, responsabile FederlegnoArredo, ce ne parla: “Come FederlegnoArredo ogni anno facciamo una rilevazione qualitativa delle esperienze delle nostre aziende in campo ambientale. Abbiamo visto in questi ultimi due anni una grande partecipazione, oltre che dalle aziende del legno, anche aziende dell’arrendo e dei grandi marchi del design. Quando hai un settore - come quello dell’arredo -, che è trainante nel Made In Italy italiano, sei obbligato a intercettare prima e poi assorbire, amalgamare e idealmente anche a plasmare e guidare non solo i trend ma anche i cambiamenti nel modo di fare impresa.”

 

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su