Canali

Irene Fassini

INSIEME PER L’INNOVAZIONE

UN’OCCASIONE D’INCONTRO TRA STARTUP E AZIENDE

PopEconomy XL

Startup per l'innovazione

Una giornata d’incontro per favorire le collaborazioni tra startup e aziende nell’ambito del programma del Consorzio Elis, OPEN ITALY. Le startup hanno avuto modo d’incontrare le imprese per coniugare le idee innovative e la necessità di crescita delle prime con la volontà di rinnovarsi ed essere sempre più competitive delle seconde. Ben 31 Corporate della community OPEN ITALY e 10 Startup/Scaleup d'Italia Startup hanno dato vita a un meeting nel quale le esigenze d’innovazione delle imprese si sono tradotte nei parametri stabiliti da Elis: dall’economia circolare al marketing 4.0.

Ma quali sono le startup che hanno partecipato?

DailyInternship: Gianmarco Savi, Co-Founder, ci dice: “L'idea è nata da una necessità, quella di ricercare un lavoro. Così siamo a gennaio 2018 abbiamo creato una pagina di Facebook e una di Instagram dove comunicavamo con un linguaggio semplice, internazionale, inglese e dove pubblicavamo ogni giorno un’offerta di lavoro. Abbiamo creato una base di più di 30mila utenti poi diventati 60mila sulla piattaforma”. DailyInternship consente, quindi, di coniugare la ricerca di lavoro degli studenti con la necessità di trovare risorse, propria delle aziende.

EcoSteer: Elena Pasquali, CEO dell’azienda: “Viviamo in una sharing economy dove il bene più importante sono i dati. Noi li condividiamo ma non li monetizziamo e, di fatto, una volta che li abbiamo condivisi, ne perdiamo il possesso. Abbiamo così creato una piattaforma che permette a chi possiede i dati di controllare l’accesso di terze parti, indipendentemente dallo strumento usato, per condividerli. Inoltre, cosa più importante, è possibile sapere chi è interessato ai dati e venderglieli. In cambio si ricevono dei token che hanno un valore se scambiati con un servizio”.

Mia-Platform: Federico Soncini Sessa, CEO della startup ci dice: “Sappiamo rispondere molto bene alle esigenze delle aziende. Alla fine del 2016 usciamo con questa idea che soddisfa un bisogno che è quello di governare le connessioni di singole applicazioni le quali, spesso, si collegano, in modo diverso, al gestionale”.  

Datatrics: Tiziano Barbagallo, Country Manager: “Datatrics consente di capire l’utente, riconoscerlo, e, sulla base di questo, fare marketing, sul Sito o con le mail, in modo da offrire il messaggio giusto per il giusto utente”.

The Digital Box: Ernesto Di Iorio, CTO dell'azienda: “Nel 2000 si mandavano SMS ai clienti senza una loro profilazione. Noi eravamo leader in questo ambito poi abbiamo capito che il futuro era il Web e con questa piattaforma diamo alle aziende la possibilità di creare il contenuto ottimizzato per il mobile, per l'utente e comunicare attraverso lo smartphone in maniera innovativa automatizzando i processi conversazionali con i consumatori”.

iGenius: Andrea Aymerich, Head of Global Sales: “La società è nata nel 2016 e parte dall’esigenza degli utenti di estrarre informazioni dai dati senza essere un Data Scientist. Da qui abbiamo creato un’applicazione Crystal, virtual advisor per la data intelligence. Abbiamo più clienti ma il fattore comune è consentire loro col linguaggio naturale di chiedere queste informazioni. Altra cosa è che, dato che l’app è un advisor, sono i dati stessi che parlano agli utenti cioè identificano fenomeni che notificano loro con un alert .

ISCLEANAIR: Velio Pazzagli, Project Manager, racconta: “L’idea nasce dall’esigenza di contrastare l’inquinamento atmosferico. Dal 2015 a oggi abbiamo fatto un centinaio di progetti pilota. La nostra tecnologia usa l’acqua e non filtri in modo anche da ridurre i costi di manutenzione. Essa è utilizzabile sia in ambito urbano che industriale”.

Vivocha: Gianluca Ferranti, Co-Founder e CEO: “Mettiamo in comunicazione clienti su piattaforme digitali con operatori di call center colmando il gap che c’è quando si verifica la necessità di un’assistenza specifica”.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su