Canali

Irene Fassini

SCUOLA A LEZIONE

PopEconomy XL

L’emergenza coronavirus ha portato a un’accelerazione del processo di integrazione tra didattica in presenza e online e ha visto le scuole di ogni ordine e grado, nell’arco di una settimana, riorganizzare i propri programmi formativi riadattandoli alle nuove esigenze dettate dalla chiusura degli edifici scolastici.

I problemi però restano perché il gap tecnologico tra famiglie in Italia è enorme.

Secondo l’Istat il 12,3% dei ragazzi tra 6 e 17 anni non ha un computer o un tablet a casa, mentre solo il 6,1% vive in famiglie dove è disponibile almeno un dispositivo per ogni componente.

E in questi casi è la scuola a sopperire alle mancanze fornendo computer e connessione per chi non ce l’ha.

 

E mentre gli insegnanti fanno lezione attraverso lo schermo, ci sono progetti, come Pearson chilometro zero, che li supportano con l’obiettivo di assicurare la continuità didattica anche fuori dalle aule.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su