Canali

Valentina Valente

SANREMO 2019 E L’APPELLO SULLA DIRETTIVA EUROPEA SUL COPYRIGHTLo scorso settembre la Direttiva del Copyright è stata approvata ma anche osteggiata

n

A Sanremo è tempo di appelli. Questa volta ad alzare la voce sono le sigle dell'industria musicale italiana. Motivo del contendere la ormai famigerata Direttiva Europea sul Copyright, già approvata dal Parlamento Europeo lo scorso settembre ed osteggiata dal vicepremier Luigi Di Maio.

La riforma promette una più equa distribuzione dei frutti dell'opera creativa da parte dei colossi del web. Al centro della controversia gli articoli 11 e 13, che introducono la cosiddetta Link Tax, ossia la possibilità per gli editori di richiedere un pagamento per l’utilizzo di parte dei loro contenuti da parte di piattaforme come Google.

 

Sanremo 2019: Nicola Piovani e la direttiva europea del copyright

Il mercato musicale in Italia è sempre più digital. Secondo un'indagine del 2018 di Unicusano, il 60% del fatturato dell'industria musicale deriva dal digital, ma c'è ancora una parte di profitti non riconosciuta dovuta al c.d. value gap, cioè la differenza tra il valore economico di ogni singolo brano e l’incasso riconosciuto ai produttori.

Testimonial di questa battaglia é nientemeno che il premio Oscar Nicola Piovani che, intervenendo in conferenza stampa a Sanremo con un videomessaggio, ha chiesto il rispetto dell'opera degli autori da parte delle grandi piattaforme web.

Da Sanremo, ora la palla passa a Bruxelles.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su