Canali

SALVINI, IL BRAVEHEART ITALIANO

DOPO LE EUROPEE IL MINISTRO DELL'INTERNO DEVE "FARE I CONTI"

Tg Pop News

Le elezioni europee della scorsa settimana hanno decretato un vero vincitore: Matteo Salvini, che si è portato a casa il 34,30% dei voti. Un risultato nettamente superiore rispetto a quello del Movimento Cinque Stelle (17,5%), del Partito Democratico (22,7%) e di Forza Italia, che porta a casa solo l'8,8% dei voti.

Un risultato schiacciante, quello ottenuto dal leader della Lega, che però, oltre a festeggiare per la vittoria, dovrà adottare seri provvedimenti in ambito economico. I vertici della Lega hanno incontrano il Ministro Giovanni Tria, non molto ottimista sulle sfide economiche del domani. Il Ministro ha visto i bilanci e sa che i veri problemi non tarderanno ad arrivare: la Flat Tax (15% di tasse per tutti e non se ne parli più), le grandi opere, con una spesa di 26 miliardi e le autonomie regionali. Provvedimenti che prevedono un investimento che va dai 30 ai 40 miliardi di euro. Inoltre, il 5 giugno l’Unione Europea chiederà all’Italia di rendere conto dello sforamento dei target del debito pubblico, passato dal 131,4% al 132,2%. Numero che, secondo le previsioni, potrebbe addirittura salire del 135,2%.

Non solo belle notizie per il partito di Salvini, quindi, che oltre ad aver vinto queste elezioni europee, ha guadagnato grandi responsabilità da affrontare. Speriamo solo che la spada di Salvini sia quella decisa e risoluta di William Wallace (del film Braveheart) e non quella comica e parodistica di Attila, quello di Abatantuono, ovviamente. 

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su