Canali

RIDER, AUTONOMI SENZA ESSERE PRECARI

n

 La voce dei riders: autonomi senza essere precari

 

Riders in prima linea nei giorni del lockdown, e rider come settore rifugio per chi, per colpa della pandemia, ha perso il lavoro.

Ci racconta i giorni più difficili per il comparto del food delivery Nicolò Montesi, portavoce dell’ANAR, l’Associazione Nazionale Autonoma dei Riders, ai microfoni di PopEconomy.

E il recente scandalo che ha visto il commissariamento della piattaforma di food delivery Uber Eats per caporalato fa riemergere nuovamente il problema del contratto nazionale rider, ma per ANAR il lavoro deve rimanere autonomo.

 

 

 Il turismo dietro l’angolo

Se il settore del turismo è uno dei più colpiti dalla crisi economica dovuta alla pandemia, c’è un posto dove la crisi sembra non essere arrivata, e quel posto è vicino a casa.

Si chiama turismo di prossimità e indica le mete vicino alla propria abitazione.

Lo conferma un recente report di Airbnb, che sottolinea come negli Stati Uniti, tra il 17 maggio e il 3 giugno scorso, le prenotazioni nelle località entro circa i 300 chilometri dalla residenza del cliente, siano addirittura aumentate rispetto all’anno precedente nello stesso periodo.

Stesso trend per Germania, Portogallo, Corea del Sud e Nuova Zelanda.

 

Il sesso per le pmi 

Pubblicità gratis sul sito delle escort.

È l’iniziativa di sostegno alle PMI del portale di annunci Escort Advisor, il  sito di recensioni di escort che conta 2 milioni e 300 mila utenti al mese.

Le piccole medie imprese potranno ottenere un credito per pubblicizzare la propria azienda del valore di 2.500 euro, da oggi fino alla fine del 2020.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su