Canali

Felice Florio

OLIVETTI DESIGN CONTESTL'Olivetti premia i giovani con un contest sul design

Leaders

Arriva la terza edizione dell’Olivetti Design Contest, l’iniziativa in ambito industrial design rivolta agli studenti di alcuni fra i più prestigiosi istituti italiani e internazionali.

L’Olivetti Design Contest intende premiare i progetti che offriranno un contributo originale alla realizzazione di una smart chair e/o di una stampante fiscale. Ai tre progetti vincitori, per ognuno dei due temi previsti dal bando, sarà assegnato un premio in denaro del valore di € 2.000,00 per il primo classificato, di € 1.500,00 per il secondo e di € 1.000,00 per il terzo.

 

Contest Design Olivetti: regole e suggerimenti

Tramite il contest Design Olivetti verranno selezionati i progetti più originali. La giuria, capeggiata da Mario Bellini, valuterà la qualità dei prodotti presentati ed anche la possibilità o meno di realizzazione del progetto presentato in sede.

Il Contest Design Olivetti prevede l’assegnazione di un premio in denaro dal valore di 2 mila euro per il primo classificato, di 1500 euro per il secondo e di mille per i terzo.

Il Contest Design Olivetti chiede ai partecipanti di cimentarsi su due progetti: una stampante fiscale da applicare alle casse o ai registratori di cassa e una smart chair associata a dei sensori per migliorare la qualità di vita in un concetto di smart office.

Il Contest Design Olivetti è rivolto agli studenti degl’istituti che troverai in elenco:

  • Domus Academy;
  • IAAD – Istituto d’Arte Applicata e Design;
  • IED Design Milano;
  • IED Roma;
  • IED Cagliari;
  • NABA;
  • Politecnico di Torino – Dipartimento di Architettura e Design (DAD);
  • Scuola Politecnica di Design, Milano;
  • Scuola del Design, Politecnico Milano;
  • RUFA (Rome University of Fine Arts);
  • École Supérieure des  Arts Modernes (Parigi); Hochschule Mainz – University of Applied Sciences;
  • National College of Art and Design (Dublino);
  • Birmingham City University – Faculty of Arts, Design and Media;
  • EASD Escola d’Art i Superior de Disseny de València;
  • Vilnius Academy of Fine Arts (Vilnius);
  • Escuela de Arte y Superior de Diseño de Zamora;
  • Marmara University – Istanbul; University of the Arts London,
  • Central Saint Martins College;
  • Holon Institute of Technology;
  • School of Visual Arts – New York.

 

Contest Olivetti design: obiettivi

L’obiettivo a cui punta il contest Olivetti Design è quello di esaltare il design affiancato all’innovazione e alla sperimentazione, con il pensiero che la bellezza sia un elemento fondamentale anche nell’ambito dell’industria.

Il manifesto del contest Olivetti Design traccia un intrico di linee colorate che vibrano e celebrano le silhouette utilizzate durante gli anni negli studi ergonomici per la progettazione delle sedie.

La smart chair, al centro dell’Olivetti design contest, è pensata per migliorare la salute e il benessere del lavoratore. Viene data attenzione all’ergonomia e alla tecnologia che favoriscono la corretta postura grazie a sensori che raccolgono i movimenti sulla sedia e rimandano informazioni e indicazioni sulla correttezza delle posizioni assunte.

Allo stesso tempo si richiede di realizzare il design estetico della stampante fiscale PRT 80 FX, presentando contributi originali per un prodotto che sia innovativo e che ne semplifichi l’utilizzo.

L’Olivetti design contest nasce dalla volontà di portare avanti la grande tradizione di collaborazione tra l’industria e il design, connubio inaugurato dal brand storico molto tempo fa.

Inoltre continua ad impegnarsi per favorire le sperimentazioni formali dallo stile originale e creativo, mantenendo il focus sul concetto di bellezza come driver dell’industria che ha permesso l’Olivetti di accogliere nel suo operato contributi di grandi artisti e designer riconosciuti ed affermati come Marcello Nizzoli, Mario Bellini, Jean Michel Folon, Michele De Lucchi, Giovanni Pintori, Ettore Sottsass.

 

Olivetti Design contest: calendario selezioni

L’Olivetti Design contest avrà un primo step a fine gennaio con la presentazione dei progetti. Successivamente è prevista la riunione della giuria che stilerà una short list dei migliori lavori. Tra marzo e aprile è prevista, invece, la votazione e la designazione dei vincitori.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su