Canali

L’OCSE BOCCIA L’ITALIA: PAESE DI ANZIANI E DISOCCUPATI

NEL NOSTRO PAESE CI SONO DUE PENSIONATI OGNI TRE OCCUPATI

Tg Pop News

L’OCSE ha dato le pagelle all’Italia e il risultato, purtroppo, è largamente insufficiente. Secondo quanto riportato da Fabio Pammolli sulle pagine dell’Economia, entro il 2044 il 33% della popolazione italiana avrà più di 65 anni che, in altri termini, significa 6 milioni di attivi in meno. Un fenomeno determinato sia dall’aumento dell’aspettativa di vita che dal basso tasso di fertilità in Italia e ben poco possono fare i flussi migratori per riequilibrare.

Ma le brutte notizie non finiscono qui. Secondo OCSE l’Italia non attrae talenti dall’estero e spinge i suoi a cercare un’occupazione al di fuori dei propri confini. Nella fascia di età 25-34 anni il tasso di disoccupazione segna il 16%. Meglio di noi la Francia, al 10% e la Germania, soltanto al 4. Nell’ ultimo anno sono 120mila i giovani che hanno deciso di lasciare il Paese.

Il panorama non migliora se si considera che in Italia ci sono due pensionati ogni tre occupati e il mercato del lavoro soffoca sotto il peso di un welfare anziano. La soluzione? Tagliare il cuneo contributivo e mettere i giovani e la crescita tra le priorità assolute.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su