Canali

Fausta Sbisà

MILANO FASHION WEEK: INTERVISTA A MODELLI E ASPIRANTI FASHION DESIGNER

Il dietro le quinte raccontato dalla voce di chi percorre le passerelle ogni giorno e non solo

Tg Pop News

I microfoni di Pop Economy hanno esplorato il dietro le quinte della Milano Fashion Week e hanno raccolto le testimonianze di modelle, modelli e aspiranti fashion designer.

Modelli e modelle in questione hanno tra i 18 e i 25 anni, facce pulite, ricche di entusiasmo e desiderio di imparare e mettersi alla prova in un ambiente che è in continua evoluzione.

C’è chi ha lasciato l’Università per dedicarsi a questo mondo e chi ha avuto le idee chiare sin da subito.

Ci hanno raccontato quanto guadagna chi decide di percorrere le passerelle di moda. Ci hanno detto che l’agenzia di moda trattiene solitamente il 50% dei guadagni e che lo stipendio che percepiranno per questa settimana si aggirerà intorno alle due e le cinque mila euro.

Inoltre i modelli più importanti hanno la possibilità di guadagnare tra le due e le dieci mila euro.

 

Milano Fashion Week: i marchi in passerella, ecco cosa c’è da aspettarsi

La città meneghina è pronta a vivere pienamente queste giornate all’insegna della moda e della creativà con un evento che si sposa bene con la Milano di questi tempi.

Cosa c’è da aspettarsi? 60 sfilate ma anche 80 presentazioni, di cui quattro su appuntamento, ed inoltre 33 eventi che comprenderanno appuntamenti dedicati all’innovazione e party.

I brand più forti, protagonisti della Milano Fashion Week saranno Padra, Versace, Gucci, Armani  e non solo.

Ad animare l’evento anche talentuosi esordienti, tra cui Brognano, Albino Teodoro, Paul Surridge e The-Sirius.

Il calendario è ricco e risponde a gusti e stili differenti. Vedremo sulla passarella anche Moschino, Max Mara, Fendi e Padra.

Ci sarà anche spazio per grandi marchi d’eleganza come Cavalli, Versace e Krizia.

C’è n’è proprio per tutti i gusti, non rimane che tuffarcisi in questa marea di novità e buongusto e godersela fino in fondo.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su