Canali

Ilaria Brugnotti

LE AUTO DEL FUTURO AL CES 2019A Las Vegas sono messe in mostra le auto del futuro in tutta la loro originalità

Smartness

A Las Vegas si sta svolgendo, proprio in queste ore, il CES la più importante rassegna, a livello mondiale, dedicata all'elettronica di consumo e le auto del futuro.

Ormai da anni, sono sempre più numerose le Case automobilistiche che "snobbano" i tradizionali saloni per approdare al CES.

Anche in questo 2019 il filo conduttore del settore automotive sono la guida autonoma, l'elettrificazione e l'intelligenza artificiale applicate al mondo delle due e delle quattro ruote.

In questa puntata di Pop Car abbiamo preso in considerazione quattro esempi che meglio illustrano queste prerogative.

 

Le auto del futuro al CES: dall’Elevate alla Mercedes Benz VisionUrbanetic

L’auto del futuro si chiama Elevate ed è il primo veicolo in grado di camminare. L’auto-robot elettrica di Hyundai inaugura il segmento UMV Ultimate mobility vehicle. Unisce robotica e tecnologia EV per il trasporto di persone, anche in luoghi impervi.

Ha quattro ruote, un motore ed un volante. Le ruote hanno delle caratteristiche particolari, che le fanno assomigliare a sottili e agili zampe di un insetto.

Tecnologia hi-tech, connettività e guida autonoma sono le prerogative di BMW Vision INext: una vera e propria rivoluzione dell’utilizzo del tempo da passare in automobile.

Tra le auto del futuro in fiera c’è anche Mercedes Benz Vision Urbanetic, l’auto elettrica a guida autonoma che può trasportare 12 persone, oppure può essere utilizzata per il carico delle merci.

Il CES 2019 a Las Vegas è la fiera dell’elettronica di consumo che quest’anno ha visto in mostra le auto del futuro.

 

Le auto del futuro al miglior show di Las Vegas

Il Consume Electronic Show è una fra le vetrine maggiori del mondo auto motive, che quest’anno “ha messo in mostra” le auto del futuro.

Secondo il “The Wall Street Journal” è il salone più importante per la mobilità alternativa, una fra i trend principali del 2019.

Secondo uno studio, entro il 2020 saranno presenti sulle strade 1 milione di shuttle on demand, per arrivare a 2,5 milioni entro il 2015.

L’Italia ha donato un grande contributo all’evento che ha visto protagoniste le auto del futuro, partecipando con una cinquantina di startup.

Nel complesso, sono state 1.100 startup provenienti da 40 paesi a parteciparvi.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su