Canali

MILAN CINESE E LA SUA SPAVENTOSA GESTIONELa storia del Milan cinese e della sua spaventosa gestione è carica di dettagli e contraddizioni.

Smartness

In questa nuova puntata di Money Football andiamo a scoprire quello che è successo al Milan cinese e quel che è avvenuto nelle casse della società di via Aldo Rossi in questo anno, sotto la proprietà dell'imprenditore cinese che in estate ha lasciato il club nelle mani del fondo britannico Elliott.

Il primo e unico bilancio della gestione del Milan cinese di Yonghong Li ha fatto registrare un rosso da 126 milioni di euro. Un passivo molto più ampio rispetto ai 70 milioni previsti dall’ex A.D. Fassone.

Nel periodo dal 1 luglio 2017 al 30 giugno 2018 il quadro dei ricavi legato agli sponsor è calato di 7,4 milioni. La perdita totale del club è aumentata di 53 milioni di euro rispetto alla stagione precedente.

I costi affrontati dal Milan cinese di Yonghong Li sono stati di 354 milioni di euro. In aumento del 22,7% rispetto al 273,9 milioni di euro del bilancio precedente.

I ricavi del club sono cresciuti da 212 a 255 milioni di euro ma hanno disatteso le aspettative soprattutto quelli legati a Milan China. I 90 milioni previsti per la stagione 2017/2018 che dovevano diventare 225 al 30 giugno 2022 si sono fermati a 606 mila euro.

 

Milan cinese: chi è Yonghong Li, curiosità

Se ti stai chiedendo "chi è Yonghong Li?", sappi che è un imprenditore cinese originario del Guangdond. È socio di maggioranza della Guizhou Fuquan Group, una società che è attiva nell’estrazione mineraria, nella lavorazione e vendita prodotti in fosforo ed è anche proprietaria della più grande miniera di fosforo cinese.

Yonghong Li è stato il proprietario più controverso della storia del Milan, il quale ha detenuto le quote dall’aprile 2017 al luglio 2018. È un personaggio di cui anche al momento si hanno poche informazioni. Anche Mirabelli si domanda come mai il Milan sia stato acquistato per così poco tempo per poi essere lasciato. Come sostiene quest’ultimo, i problemi con l’UEFA hanno riguardato infrazioni commesse nel triennio precedente al suo arrivo.

Dopo una lunga trattativa, nell’agosto del 2016 la Fininvest comunica di aver ceduto al Milan cinese di Lux di Yonghong Li la totalità delle azioni in suo possesso nel Milan. Il giorno dopo il consiglio di amministrazione nomina lo stesso Li presidente del club rossonero.

Se desideri sapere chi è Yonghong Li, sappi che il peggioramento del conti riguardanti il Milan cinese è la conseguenza della sua strategia e dell’ex Marco Fassone.

Il Milan di Yonghong Li Milan ha registrato ricavi di 255 milioni rispetto al 212 del ricavo precedente. I ricavi importanti hanno riguardato anche la tv mentre il Botteghino di San Siro ha dato 35,3 milioni. Il dato deludente riguarda i ricavi commerciali scesi a 62,5 milioni con una contrazione di 7,4 milioni rispetto alla stagione 2016/2017.

In breve, Yonghong Li, l’ex proprietario del Milan cinese, dopo aver perso il club per l’incapacità di rimborsare il debito con il fondo Elliot, è finito sotto accusa nel suo paese  per un altro prestito non onorato.

Nel 2014 Yonghong Li era stato già sollecitato a rimborsare questo debito con una penale generata dalla commissione d’arbitrato, quindi prima di acquistare nell’aprile del 2017 dalla Fininvest di Silvio Berlusconi il Milano, al quale è stato a capo per quindici mesi, finchè Elliot è subentrato con l’escussione del debito.

Adesso che sai chi è Yonghong Li, è bene che tu sappia anche che, in definitiva, per il tribunale di Jingem, l’imprenditore si è sottratto al pagamento di 8,7 milioni di dollari nei confronti di una società di investimento ed inoltre ha eluso una sanzione di 12 milioni di yuan.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su