Canali

ECONOMIA ITALIANA OGGI: LO SPETTRO DELLA RECESSIONE ECONOMICA

DICHIARATA LA RECESSIONE TECNICA IN ITALIA

Tg Pop News

La recessione economica fa calare ll PIL italiano è in calo 

Il calo del PIL italiano per due trimestri consecutivi a fine 2018 aveva già certificato la recessione tecnica dell'Italia. Un dato che, fra l’altro, attesta il PIL Italia come nettamente al di sotto della media PIL Europa, che si attesta a +0,3%.

Perché la recessione in Italia è una recessione tecnica?

Si parla di recessione tecnica quando PIL segna una variazione negativa per due trimestri consecutivi. Si tratta di un discorso di proiezione: l’Italia ha un livello di produttività inferiore rispetto a quello che potrebbe raggiungere.

Si tratta di un dato che coinvolge non solo il PIL del terzo trimestre 2018 ma anche l'occupazione, il reddito di famiglie e imprese, la produzione industriale, i consumi, ma anche fattori come l'andamento demografico della popolazione. La recessione tecnica è quindi diversa dalla La situazione economica italiana è sempre peggiore e adesso è dichiarata anche la recessione tecnica: un'economia in recessione è infatti legata ad una variazione negativa del PIL'tendenziale', vale a dire rispetto al PIL italiano 2017, quello dell'anno precedente e non del trimestre prima. 

Recessione economica: conseguenze

È importante capire le conseguenze di un’eventuale recessione dell’Italia in termini di PIL. Sul PIL si basano infatti altri elementi come il debito o il deficit. Non a caso c’è stato un - 0,1 % di PIL rispetto al trimestre precedente, di pari passo con uno stop dell’economia italiana 2018 nel campo dell’industria e dell’agricoltura in Italia. Export Italia e consumi crescono, ma non abbastanza per risollevare dalla crisi economica attuale in Italia.

Pil Europa vs Pil Italia

Secondo i dati Istat, il panorama non è così buio. Non si può però fare a meno di vedere che ancora il PIL del nostro Paese è notevolmente inferiore rispetto al PIL degli altri Paesi d’Europa. Secondo i dati Eurostat, l’Italia è all’ultimo posto, con il segno meno. 

Il nostro PIL non cresce come il PIL Francia, +0,9% o come il PIL Germania + 0,6% (per non parlare, uscendo dall’U.E del PIL U.S.A che cresce col +3,1%).

Se guardiamo alle previsioni PIL 2019 la situazione non sembra destinata a migliorare. Nel terzo trimestre il PIL dell'Eurozona era salito di 0,2% e nella Ue-28 di 0,3%.

Nel quarto trimestre del 2018, i Paesi con più alte percentuali di crescita sono Lituania (+1,6%), Cipro, Lettonia e Ungheria (1,1%).

Come uscire dalla crisi economica Italia

Se alla crescita PIL in Europa non corrisponde una crescita di quello in Italia, l’economia italiana frena come già detto in Agricoltura e Industria. Il presidente di Confindustria, Francesco Boccia, ha proposto un massiccio piano d’investimento industriale per superare la crisi economica in Italia.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su