Canali

LA NUOVA LEGGE LIBRI: PRO E CONTRO

Tg Pop News

 Tutti con la casa tranne i millennial 

 

In Italia tutti proprietari di casa: il report dell’Agenzia delle Entrate segna una percentuale del 92,3%.

Il valore complessivo di questo patrimonio immobiliare ammonta a 5.211 miliardi di euro, valore che raggiunge i 6.000 miliardi, se si aggiungono le pertinenze.

Tutti con un tetto sopra la testa, dunque? Non esattamente, perché la percentuale dei proprietari under 35 rappresenta solo il 6%.

23 milioni e 500mila è il numero di chi ha una casa di proprietà con più di 35 anni.

E secondo i dati a disposizione, è difficile ipotizzare che i millennial possano aumentare il proprio potere di acquisto, soprattutto a causa di redditi bassi e instabili.

 

 Quando l’amore vale un sacco di soldi

 

Se l’amore vale un sacco di soldi. È il caso delle piattaforme d’incontri, le app cupido che combinano appuntamenti a suon di touch e sulla base di qualche foto e di una breve descrizione dell’utente.

Un business da record, Match Group ha reso noti i dati della trimestrale di fine 2019: le entrate della popolare Tinder segnano 1.2 miliardi di dollari, la metà di tutti gli introiti del gruppo che possiede anche Hinge, OKcupid e match.com.

Un numero di abbonati, quello di Tinder, che ha toccato quasi i 6 milioni di utenti, registrando un aumento del 36% rispetto all’anno precedente.

 

Legge libri, perché funziona e perché no

 

Passa la nuova Legge Libri: massimo 5% di scontistica sui libri per favorire le piccole librerie che soffrono la concorrenza del web e delle grandi catene, un piano nazionale per promuovere la lettura e l’istituzione annuale di una città, capitale del libro e una carta elettronica del valore di 100 euro per le famiglie in difficoltà economiche.

Ecco la nostra intervista doppia a Serena Sileoni, vice direttore dell’Istituto Bruno Leoni e a Francesco Giubilei, il più giovane editore italiano.

I pro e contro della legge, ai microfoni di PopEconomy.

 

 

Si chiude Sanremo tra grandi ascolti e polemiche che non accennano a spegnersi

 

Si è chiusa la 70esima edizione di Sanremo, con uno share del 60,6% per la serata finale, e la vittoria di Diodato con la sua “Fai rumore”. Rumore come quello delle polemiche che, come ogni anno, accompagnano la kermesse sanremese.

Ce ne parla la nostra giornalista Fausta Sbisà che, dall’Ariston, ci svela il dietro le quinte della querelle Morgan-Bugo.

Eccone un’anticipazione: la versione completa del nostro speciale Sanremo la trovate sul nostro sito nella sezione tgpop.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su