Canali

IL PALERMO CALCIO PARLA INGLESE: L’INTERVISTA A CLIVE RICHARDSONIl nuovo proprietario del Palermo calcio ai microfoni di Pop Economy

Tg Pop

Dopo molte vicissitudini umane ed economiche, il Palermo calcio di Maurizio Zamparini è stato venduto ad un gruppo di investitori che fa capo alla società inglese Global Futures Sports di Clive Richardson.

Il Global Futures Sports, ad oggi, serve 140 atleti per un giro d’affari di 500 milioni di sterline. Il valore economico della transazione tra acquisto ed investimenti supererà i 20 milioni di sterline

Clive Richardson, ai microfoni di Pop Economy, racconta che ha notato una serie di opportunità nel mondo del calcio negli ultimi sei mesi e crede che il Palermo calcio sia una grande occasione, vista l’eredità del club.

Dichiara: «Vogliamo fare qualcosa che riteniamo sia molto speciale all’interno della comunità. Crediamo che il club sia in una grande posizione in questo momento, non vogliamo metterlo a repentaglio, vogliamo far crescere il valore del club e i servizi che offre ai suoi fans.»

 

Il Palermo calcio: un futuro ricco di opportunità

Il CEO della Global Futures Sports nella sua intervista ci dice che il suo gruppo è rappresentato da investitori da tutta la Gran Bretagna, sono promotori ed investitori. E crede che nel futuro ci saranno opportunità per altri investitori.

Nel riflettere sulla situazione del Palermo calcio, aggiunge: «Nella struttura che stiamo creando, grazie all’acquisizione del Palermo, stiamo guardando all’opportunità di sviluppare e migliorare le strutture del club. Abbiamo visto numerosi esempi all’interno del mondo del calcio in Europa.»

Clive Richardson sostiene che nel momento in cui si è in grado di costruire nuovi stadi o campi allenamento, il club ne trae beneficio e crede che i club italiani rappresentino un grande valore e che possano avere un grande futuro.

Il nuovo proprietario del Palermo calcio conclude così il suo discorso:

«Quando abbiamo cercato nuove opportunità nel corso degli ultimi sei mesi, l’abbiamo fatto da un punto di vista di investimenti. Abbiamo un board di consulenti che vengono dal mondo del calcio.

Abbiamo managers, allenatori per questa opportunità particolare perché in Italia uno dei membri del board è David Platt che ha sia giocato sia allenato qui in Italia. Quindi David è venuto con noi a Palermo per vedere come si stesse evolvendo la situazione.»

 

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su