Canali

IL FUTURO DI ALITALIA: LO STATO ENTRA NEL CAPITALE DELLA COMPAGNIA

La bandiera italiana potrebbe tonare a sventolare ad alta quota

Tg Pop News

Il salvataggio e futuro di Alitalia prende una nuova rotta. L’esito dell’ operazione non è certo ma lo Stato italiano è pronto ad entrare nel capitale della compagnia.

L’ipotesi è quella di un assetto societario in cui il Mef terrebbe una quota del 15% e un ulteriore 15% spetterebbe ad altre due aziende pubbliche.

Il 30% andrebbe a Ferrovie dello Stato e il restante 40% a Easyjet e Delta Air Lines che entrerebbero sia come partner azionario che come partner industriale.

 

Il futuro di Alitalia: tra Easyjet e Delta Air Lines

Il governo nell’ultimo consiglio dei ministri ha dato il via libera ad una partecipazione attraverso la conversione di una parte del prestito di 900 milioni di euro e contemporaneamente FS ha aperto un tavolo con Easyjet e Delta Air Lines.

Due vettori del cielo molto diversi, con un know how molto specifico. Easyjet è la seconda compagnia low cost in Europa quindi più adatta probabilmente a coprire per la nuova Alitalia le rotte di breve e medio raggio.

Delta Air Lines è una delle maggiori compagnie aree al mondo con più di 4.000 voli effettuati ogni giorno. Il suo contributo si tradurrebbe nella coperture delle rotte di lungo raggio, in particolare tra il vecchio continente e gli Stati uniti.

 

Il futuro di Alitalia tra esuberi e politica

C’è però un nodo da sciogliere che va oltre il possibile nuovo assetto societario e riguarda gli esuberi che secondo le stime riguarderebbero circa 2.000 dipendenti.

L’ incontro tra il Ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio e i sindacati dovrebbe dare presto delle risposte in merito.

La nuova Alitalia potrebbe essere presto pronta per il decollo, allacciatevi le cinture.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su