Canali

OBIETTIVO: LAVORO FLESSIBILE

TUTTI I VANTAGGI DELLA FLESSIBILITÀ SUL LAVORO

Tg Pop News

Secondo la Global Workspace Survey di IWG, l'Italia sembrerebbe pronta al cambiamento, almeno per quanto riguarda ai lavoratori. 

• L’85% degli intervistati conferma che la produttività è aumentata con l’introduzione della flessibilità lavorativa.

• Il 65% ritiene che un ambiente di lavoro flessibile aiuti a gestire il rischio e consolidare il portfolio dei lavoratori.

Lavoro e flessibilità

Nel 2071, la domanda di lavoro flessibile aumenterà al punto di arrivare fino al 70/75%. Co-working, orari flessibili o lavoro svolto da remoto fanno parte di una nuova politica lavorativa sempre più adottata dalle realtà aziendali. L’Australian Fair Work Act 2009 s. 65, 144 e 202 consente ai dipendenti e ai datori di lavoro di prendere accordi sulle condizioni lavorative più adatte per entrambe le parti, mentre nel Regno Unito i dipendenti che hanno maturato almeno 26 settimane lavorative possono ottenere, attraverso “una domanda di legge” un lavoro flessibile. In Italia, lo smart working è regolato dalla legge n.81/2017, che stabilisce l’uguaglianza dei lavoratori che svolgono gli stessi compiti, che sia da remoto o nella sede lavorativa. 

Il lavoro flessibile e i suoi vantaggi

I vantaggi del lavoro flessibile sono molteplici e non riguardano solamente i dipendenti, ma anche le aziende. Permette maggiore libertà, di conseguenza il rapporto con l’ambiente lavorativo si armonizza e cala la possibilità di perdere il dipendente. La conseguenza, quindi, è quella di ridurre i costi per la sostituzione del lavoratore; nel Regno Unito, ad esempio, sostituire un dipendente che guadagna circa 27.721 sterline costa circa 11.000 sterline, ovvero l’equivalente di 6-9 mesi di stipendio. Cifra che aumenta ogni volta che il dipendente ha un ruolo lavorativo e uno stipendio più alto.

Tra i vantaggi del lavoro flessibile ci sono:

1. Una migliore produttività. Un recente studio di Regus, ha infatti stimato che, grazie al lavoro flessibile, gli Stati Uniti è in grado di incrementare i guadagni di 4.5 trilioni di dollari all’anno, mentre paesi come Cina e India potrebbero vedere una spinta economica di 1,4 trilioni e 376 miliardi di dollari.

2. Vantaggi in termini di politiche sociali. Il lavoro flessibile permetterebbe, infatti, la riduzione della diversità sul posto di lavoro, non solo di genere ma anche reinserendo nel tessuto sociale persone con problemi di salute mentale. La legislazione norvegese, nel 2005 si è dedicata alla diversità di genere nei consigli di amministrazione della società e ora, il 42% dei seggi del paese è ricoperto dalle donne.

La situazione attuale

Il lavoro flessibile, per molte aziende, sembra ancora una realtà molto lontana: sono ancora molti, infatti, gli ambienti lavorativi che non sono in grado di fornire gli strumenti giusti per un lavoro flessibile, esercitando pressione ai lavoratori che si ritrovano a lavorare in ambienti poco professionali. Un dato che si contrappone alla situazione della metà dei lavoratori di tutto il mondo, che, per fortuna, hanno la possibilità di lavorare in maniera più armoniosa. Ma cos’è, esattamente, un lavoro flessibile? Per il 20% dei lavoratori globali è la possibilità di poter prendere alcune decisioni in merito all’orario lavorativo, per il 25% è la capacità di gestire il carico di lavoro in autonomia ma per più della metà dei lavoratori è la possibilità di scegliere il luogo in cui lavorare.

Chi ha voluto il lavoro flessibile?

Questa nuova modalità lavorativa è stata una rivoluzione voluta dai lavoratori, ma le aziende devono solo ringraziare i propri dipendenti. Il lavoro flessibile, infatti, sta aiutando le società ad avere più successo, poiché attrae e trattiene i migliori talenti. Per l’83% degli intervistati, il lavoro flessibile ha il potere di condizionare le loro scelte in caso di indecisione tra due offerte di lavoro simili. Questo nuovo sistema lavorativo colpisce anche quei settori che tendono ad essere più limitati dal punto di vista della posizione lavorative, come le fabbriche industriali e la produzione e i rivenditori, con negozi e magazzini. 

Il rendimento migliora

Più della metà degli uomini d’affari di tutto il mondo dà più importanza al luogo di lavoro che al prestigio dell’azienda, mentre due lavoratori su cinque hanno la possibilità di scegliere la posizione e il luogo di lavoro. Molti, invece, ritengono che la posizione sia più importante del dover dedicare più tempo al lavoro. Il lavoro flessibile, quindi, ha un ruolo determinante nell’equilibrio tra impiego e vita privata ed è estremamente importante nei casi di lavoratori con problemi di salute o familiari.

Ecco le nuove tendenze in materia d’impiego raccontate da Mauro Mordini, Country Manager di IWG in Italia.

 

Italia sotto sfratto

Un fenomeno che conta 153 sfratti al giorno, 56.140 all'anno: una ricerca di Solo Affitti fa luce su una tendenza sempre più preoccupante. Ce ne parla Isabella Tulipano dell'ufficio studi Solo Affitti.

   

Imballaggio green

Una nuova generazione di packaging alimentari che fanno bene all'ambiente: è la rivoluzione green di un'azienda italiana. Dal Kappa, la fiera delle plastiche più importante al mondo che si tiene a Düsseldorf, ci racconta di cosa si tratta Alberto Castellanza, responsabile vendite estero di Novamont.

 

L'arte intangibile 

Ne vanno pazzi i millennials, non si toccano e non sono oggetti fisici, sono la nuova tendenza dell'arte contemporanea, il nuovo linguaggio espressivo dei nativi digitali. Si chiama cryptoart ed è una forma espressiva che si avvale dell'aiuto dell'intelligenza artificiale. Ce ne parla Mattia Cuttini, un cryptoartista.

 

 

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su