Canali

Valentina Valente

ALLEVAMENTO GAMBERI DI FIUME IN ITALIA, SPECIE IN VIA DI ESTINZIONE

Ettore è tra i pochi allevatori italiani di gamberi di fiume, che si possono gustare in Mulino Tibis

Mother Land

Ettore Toso, 30 anni, é tra i pochi che si è dato all’allevamento di gamberi di fiume in Italia, specie in via di estinzione che si può gustare nel suo agriturismo Mulino Tibis.

L’azienda agricola Mulino Tibis nasce nel 2010 a Rodero, è di prima generazione. Ettore Toso è uno dei pochi allevatori italiani di gamberi di fiume autoctoni, è a causa dell’inquinamento che questa specie è in via di estinzione.

Per rendere possibile l’allevamento di gamberi di fiume, hanno adibito degli ex box per cavalli, per l’avanotteria e per la riproduzione, che contengono sia maschi che femmine. Quest’ultime depongono le uova, le tengono sotto il carapace per svariati mesi e, una volta schiuse, vengono prelevati i gamberetti e messi in altre vasche per  monitorarli al meglio. Una volta raggiunta una determinata pezzatura, vengono presi e messi nelle vasche esterne.

 

Allevare i gamberi di fiume in Italia: l’esempio Mulino Tibis

Mulino Tibis non possiede una grandissima produzione di gamberi di fiume perchè è attiva da poco.

Ettore ci racconta che è molto complicato allevare questa specie, prima di tutto perchè si ha bisogno di acqua pulitissima.

Oltre ai gamberi di fiume, alleva anche il trota fario, una specie autoctona molto pregiata. Inoltre, un importante traguardo è stato l’aver ha vinto l’Oscar Green, categoria “Impresa Terra”.

Nell’azienda agricola di Ettore crescono anche bovini, suini, avicoli, conigli. I terreni sono coltivati e l’attività agrituristica sorge intorno ad un mulino dell’Ottocento.

Ci confida che aprire un’azienda in Italia non è semplice, frena tanto la burocrazia, ma nonostante ciò ci dice che è molto soddisfatto della sua attività attuale.

 

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su