Canali

Marco Scordo

CONSIDERAZIONI SULLA FLAT TAX, COME FUNZIONAIn questa puntata di Bollicine si parla dell’introduzione della flat tax

Wallet

Una volta c’era la teoria della “terra piatta”, oggi abbiamo quella della “tassa piatta”, molto più fantascentifica perchè la flat tax è una roba che sa un po’ di leggenda, come l’unicorno o la moglie del tenente Colombo.

La flat tax come funziona? Provarono ad adottarla anche Bush, la Thatcher, i paesi baltici usciti dal comunismo negli anni ’70 e la Russia, e forse anche paperopoli già che ci siamo.

Ma nessuno ha mai ben capito se questa flat tax, con i suoi pro e contro, funzioni davvero o se può ridurre debiti pubblici grandi come il Canada o crearne di nuovi.

Ora in Italia la pressione fiscale trascina come la bora di Trieste, dal 42 al 70% di tasse pagate a cranio.

 

Flat tax per ridurre la pressione fiscale

La flat tax come funziona? Dovrebbe sgonfiare questa pressione fiscale e produrre due sole aliquote fiscali al 15 e 20%. Quest’ultima per chi dichiara più di 80 mila euro lordi l’anno e in più dovrebbe mantenere la cosiddetta progressività fiscale, cioè uno paga in base a quello che introita, ossia, non esiste che un bidello debba pagare le tasse di Lapo Elkann, o no?

In sostanza, pagare di meno e pagare tutti.

Con la flat tax e i suoi pro e contro si dovrebbe far emergere il nero, anche se usare la parola “nero” con Salvini non è proprio indicato.

Eppure la flat tax è stato proprio il cavallo di battaglia della Lega, che vorrebbe coprire questa mirabolante riforma fiscale con un gruzzoletto di 40 miliardi di euro.

La lega suggerisce “Facciamo un bel condono, tagliamo gli sprechi”. Bene, e i 40 miliardi che avanzerebbero dove li troviamo?

“Andiamo in deficit” dicono. Facciamo i debiti, tanto uno più uno meno dov’è il problema?!

Insomma, tassa piatta, speriamo non come un encefalogramma.

 

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su