Canali

Andrea Triunfo

FIFA TRASCINA IL MONDO DEGLI ESPORTS

IN ITALIA LE SQUADRE DI CALCIO CREANO I PROPRI ETEAMS PER FIFA

n

FIFA domina gli eSports

Nel panorama italiano degli eSports FIFA è entrata in maniera importante. Cristiano Spadaccini, nome d’arte Zano, è lo streamer di FIFA più seguito in Italia, con una media di 3mila spettatori e più di 3 milioni di views. Lo abbiamo intercettato alla Milano Games Week: “Nella mia mente avrei sempre voluto portare FIFA come gioco main. Quello che mi caratterizza è il fatto di giocare bene, vincere ma anche di riuscire a far divertire chi mi guarda”. 

Il fenomeno di FIFA ha assunto una tale importanza e grandezza che le principali Leghe europee organizzano addirittura campionati eSports paralleli a quelli reali e dove la competizione e l’agonismo sono molto alti. Michael “Megabit” Bittner che ha vinto la Virtual Bundesliga 18/19 con un montepremi di 25mila euro. Ma la situazione italiana com’è? Come vengono individuati i giocatori destinati a diventare talenti? Ce ne parla un esperto del settore, Domenico Palesse di EsportsMag: “In Italia si sta facendo qualche passo avanti mentre in Spagna o Germania ci sono Leghe che sono del tutto assimilabili a quelle reali. Per adesso in Italia abbiamo la Lega Pro e la Serie B. Adesso però si parla di Serie A in arrivo: all’incirca 25 anni fa è stata la Sampdoria che ha creato per la prima volta un team di eSports. Adesso c’è anche il Bologna, il Parma ma anche le grandi squadre come Inter e Milan stanno pensando di investire in questo ambito. 

Tra i giocatori della Sampdoria eSports team, c’è anche Mattia “Lonewolf92” Guarracino, founder della eSports Academy, campione europeo, 6 volte campione italiano di FIFA, Medaglia di bronzo alle Olimpiadi dei Videogiochi (Wcg) in Corea del Sud, e primo cyber atleta messo sotto contratto da un club di serie A: “Negli ultimi anni le squadre sono diventate 8 e la realtà sta crescendo tanto che aumentano i brand sempre più interessati ad inserirsi in questo contesto per incontrare quella fascia di pubblico che va dai 13/14 anni ai 30/35. Per quanto riguarda le eSports Academy, si occupano di una parte di scouting, dei ragazzi attraverso i tornei che organizziamo”. Intanto, fuori dal nostro Paese, anche il Real Madrid debutterà a breve formando una squadra in FIFA Online 4, lo Schalke 04 è entrato nelle competizioni a partire dal 2016, riuscendo a portare moltissimi dei suoi fan al suo team eSports

FIFA World Cup e FIFA Champions League: i grandi nomi

Insomma, FIFA è veramente un terreno fertile sul quale investire. Sempre più squadre di calcio passano dal reale al virtuale creando eSport team che gareggiano a livello mondiale. Ma a buttarsi in questa avventura non sono solo le grandi squadre di calcio ma anche i grandi nomi dello sport e dello spettacolo. Uno di questi è Jay-Z che ha fondato, infatti, Roc Nation, società che ha reclutato tra i suoi players Mosaad "Msdossary" Al-Dossary che ha vinto nel 2018 la FIFA World Cup, intascandosi 250.000 dollari. Mosaad  stato anche nominato giocatore dell’anno nello stesso anno e è stato l’unico a ad aver raggiunto le finali dei campionati del mondo per due anni consecutivi. Un altro nome è quello di Ronaldinho diventato ambassador di Scuf Gaming. Già nel 2018 il giocatore brasiliano aveva debuttato nel mondo degli eSports lanciando eLigaSul, un torneo di Pro Evolution Soccer. Adesso, con la collaborazione con Scuf Gaming, Ronaldinho pensa alla creazione di una squadra, ribattezzata R10, che giocherà in FIFA

Uno certamente dei giocatori più importanti è Daniele “Prinsipe” Paolucci, del team Mkers, sponsorizzato da Armani Xchange, che ha sfiorato il successo mondiale nel 2017 ma ha vinto, nello stesso anno, il trofeo europeo portandosi a casa un bottino di 20mila dollari. “La mia aspirazione - racconta Daniele - è quella di vincere il mondiale. Certo è che bisogna fare un grandissimo allenamento: noi abbiamo anche un mental coach che ci aiuta. I tornei più ricchi di FIFA sono il mondiale, FIFA World Cup, che garantisce al vincitore un montepremi di 250mila dollari e FIFA Champions League dove il primo classificato si porta a casa 100mila dollari. Intanto l’8 novembre inizierà la stagione di FIFA 20 e in palio ci sono ben 3 milioni di dollari. Si tratta di serie di partite attraverso le quali il giocatore otterrà punti necessari per qualificarsi alla Fifa World Cup.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su