Canali

Sara Ruggeri

IL FESTIVALFUTURO DI ALTROCONSUMO: INNOVAZIONE E BENESSERE

LA SETTIMA EDIZIONE TUTTA DEDICATA ALLA SALUTE DEI CONSUMATORI E DEL PIANETA

PopEconomy XL

FestivalFuturo di Altroconsumo

Dal 28 al 29 settembre, al SuperStudio Più di Via Tortona 27, a Milano, si è svolta la settima edizione di FestivalFuturo di Altroconsumo, con il titolo "Strabene, scelte e tecnologie per vivere in salute". Il programma, costituito da 140 eventi, affronta il tema del consumo e dell'innovazione, creando un punto d'incontro tra i consumatori, le aziende e le istituzioni. Il Festival è stato un intenso susseguirsi d'interviste, percorsi esperienziali, contest per startup, laboratori tematici, degustazioni, showcooking, entertainment e keynotes. Il mondo che ci circonda sta cambiando, e non solo dal punto di vista ambientale: l'innovazione nel campo della salute è un tema sempre più presente nella vita di tutti i giorni e al FestivalFuturo si è discusso molto di questo. L'evento ha, tra gli obiettivi, quello di aiutare i consumatori a capire come affrontare i cambiamenti del nostro pianeta e quest'anno i temi favoriti sono stati l'alimentazione, la salute, il benessere e lo sport.

Dal Superfood alle diete

Uno dei temi di maggior interesse affrontati al FestivalFuturo è stato quello dell'alimentazione: Marco Bianchi, celebre Food Mentor, ha presentato delle ricette innovative e salutari, mentre il Professor Giorgio Calabrese ha presentato, sul palco del Festival, un interessante dibattito sui Superfood, ovvero quei prodotti molto nutrienti considerati benefici per la salute, e sulle diete dei "Senza". Il professore, a proposito delle nuove mode alimentari ha dichiarato: "In questo momento, quello che combatto di più è il rapporto con il discorso dei latticini: il latte che fa venire il cancro è veramente una grande bufala." Infine, l'imprenditrice digitale Cristina Fogazzi – L'Estetista Cinica – ha parlato dell'enorme successo dei trattamenti estetici, sempre più in voga tra uomini e donne di ogni età.

L'ambiente e la scienza

A Strabene, il tema del benessere non è stato solo affrontato dal punto di vista alimentare e sportivo, ma anche ambientale. Il Professor Mario Tozzi, primo ricercatore CNR e divulgatore scientifico, ha parlato di allarmismo e di cambiamento climatico: "Esiste una sola posizione tra gli scienziati: quelli che dicono che il cambiamento in atto è anomalo rispetto al passato e più veloce e questo a causa delle attività degli uomini". Ridurre lo spreco e l'impatto dei nostri acquisti è stato il tema centrale dell'intervento di Lisa Casali, scienziata ambientale, e di Marco Lucchini, segretario generale di Banco Alimentare. Paolo Nespoli, invece, ha spiegato come ci si tiene in forma per mesi in una stazione spaziale e ha detto: "Nello Spazio siamo in un ambiente isolato e confinato e sia l'alimentazione che la forma fisica sono importanti perché alla fine la NASA e le agenzie spaziali ti vedono come una macchina e hanno bisogno di te come macchina per lavorare". Lo scienziato e ricercatore Silvio Garattini, invece, ha affrontato le dipendenze dei nostri tempi, spaziando tra videogiochi e gioco d'azzardo. Lo scrittore Francesco Piccolo, autore de "Il desiderio di essere come tutti" ha focalizzato il suo reading sui momenti felici e infelici della vita, direttamente dalle pagine dei suoi libri.

L'uomo e il Pianeta

In questi due giorni dedicati all'innovazione e al consumo, il cinema non è mancato. Sabato 28 settembre è stato proiettato "Antropocene – L'epoca umana": un documentario che guida lo spettatore alla scoperta dell'impatto delle attività umane sul nostro pianeta. Tra ambientazioni spettacolari e riprese dal forte impatto visivo, il documentario si mostra come un lungo viaggio tra i sei continenti.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su