Canali

Gaia Giorgio Fedi

EUANDME, CONCORSO CORTOMETRAGGI PER RAGAZZI

La Commissione Europea ha lanciato un concorso cortometraggi per ragazzi dai 18 ai 35 anni.

Europe for Dummies

Per poter partecipare aI bando occorrerà realizzare un video che rientri nelle seguenti cinque aree tematiche:

1.    Mobilità

2.    Sostenibilità

3.    Competenze/impresa

4.    Mondo digitale

5.    Diritti

In palio è previsto un premio in denaro di 7.500 € che verrà consegnato a i cinque vincitori in gara e con esso la possibilità di realizzare il proprio film.

I partecipanti in gara sono invitati a presentare un breve video girato su Smartphone che racconti una storia legata all’impatto dell’UE sulla vita quotidiana dei cittadini, illustrando anche le motivazioni ed il concetto base del cortometraggio candidato ed inoltre dovranno presentare il link di un cortometraggio che hanno avuto modo di girare in passato.

 

Concorso per cortometraggi ragazzi: regole e suggerimenti

Per partecipare all’iniziativa occorre rispettare delle regole e cogliere degli specifici suggerimenti.

È importante che le candidature vengano inviate in  formato elettronico tramite un modulo online sul sito internet della DG Concorrenza.

Il concorso cortometraggi #EUandME è stato lanciato in tutta l’Unione Europea nel maggio 2018 con l’obiettivo di informare i giovani sul modo in cui l’UE contribuisce alla loro vita quotidiana.

Questo concorso cortometraggi invita i giovani dai 18 ai 35 anni a riflettere e condividere le proprie esperienze e idee sull’Europa, sui suoi valori e sul futuro. È una sfida importante ed interessante insieme quella lanciata dall’Unione Europea.

I cineasti in gara sono giovani ragazzi che hanno desiderio di mettersi alla prova e realizzare i loro sogni ed il proprio film con l’aiuto di registi della giuria. C’è chi afferma che sia davvero importante ricordare il lavoro svolto dall’UE tramite questo concorso. Molte, diverse, ed interessanti alcune delle dichiarazioni di più partecipanti. Uno dei cineasti sostiene che il messaggio chiave del suo film è che nella UE, in quanto cittadini, si ha il diritto di essere se stessi.

I cortometraggi realizzati da registi affermati dai quali prendere ispirazione sono: L’Ostello della vita di Matthias Hoene, Oona and the bear di Zaida Bergroth, Party Animal di Yorgos Zois, Il solitario di Tomasz Konecki e The Debut di Dalibor Matanic.

 

Concorso sceneggiature cortometraggi: come partecipare

Se il mondo del cinema ti affascina e desideri diventare un regista affermato, questo concorso per ragazzi dai 18 ai 35 anni può fare al caso tuo.

I temi trattati nei film per il concorso cortometraggi per ragazzi sono tutti diversi e tutti hanno elemento in comune, ovvero, raccontano la storia di chi ha desiderio di creare un futuro per sé cambiando la realtà.

In un primo step le candidature saranno valutate da una giuria di registi europei che sceglierà due nominativi per ogni categoria. Dal gennaio 2019, per cinque settimane, sarà attivata una votazione pubblica online che decreterà i vincitori che saranno esplicitati sulla pagina web del concorso e sugli account social della Commissione europea. Ogni settimana sarà dedicata ad ogni categoria e gli utenti saranno invitati a votare il cortometraggio che più preferiscono.

È bene ricordare che la scadenza è prevista per il 31 ottobre 2018. I cineasti che vinceranno e riceveranno un contributo di 7.500 € ciascuno, dovranno produrre, girare e montare il proprio film entro il 30 aprile 2019. Durante le riprese potranno fare riferimento e verranno seguiti da un regista professionista della giuria.

La sfida lanciata dall’Unione Europea si presenta bella e allo stesso tempo impegnativa. Chi deciderà di prenderne parte è importante che sia motivato e allo stesso tempo creativo.

Il concorso cortometraggi è un ottimo modo per i giovani registi di mettersi in discussione e dimostrare le proprie capacità e potenzialità. Un buon divertimento e che vinca il più bravo!

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su