Canali

Marco Todarello

ENERGIA PER IL CLIMA

Disruption

Energia e sostenibilità

 

Quando si parla di sostenibilità, non si può tralasciare il tema  dell’energia, responsabile per i 2/3 delle emissioni. Come risulta dagli ultimi dati dell’Agenzia Internazionale dell’Energia (Aie), nel 2018, le emissioni globali di anidride carbonica legate alla produzione dell’energia, sono aumentate dell’1,7%, e la responsabilità viene attribuita soprattutto agli Stati Uniti, alla Cina e all’India, che avrebbero causato l’85% dell’aumento. 

L’Europa, invece, è in controtendenza grazie alle tecnologie e alle legislazioni, che secondo un rapporto dell’organismo no profit Sandbag, le permetteranno di ridurre le emissioni di almeno il 40% entro il 2030. 

 

Il nostro Paese è ai primi posti per produzione di energia solare

 

L’Italia ha presentato all’UE, il Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima 2030 (Pniec), il cui obiettivo è quello di raggiungere il +65% di energia da fonti rinnovabili per coprire il 55% dei consumi nazionali. Nello specifico, si stimano +88% per l’eolico e + 158% per il solare.

Come sostiene Vittorio Chiesa nel video: “oggi le rinnovabili costano molto meno di quanto costavano 15 anni fa, e abbiamo soluzioni che senza il ricorso di incentivi sono pienamente competitive con le fonti fossili”. Infatti, secondo lo studio intitolato “Renewable Power Generation Costs in 2017”, i costi della produzione di energia rinnovabile continuano a calare e sono già molto concorrenziali, perché soddisfano le esigenze di nuove capacità. 

Chiesa, conclude, che è importante sfruttare le potenzialità del nostro Paese, sfruttando soprattutto il sud Italia per l’energia solare e i costoni montani e appenninici per quanto riguarda l’energia eolica. 

L’Italia da 7 anni, è ai primi posti al mondo per la produzione di energia solare sul territorio, soprattutto grazie al sud, in particolare in Puglia, regione che guida la classifica di potenza degli impianti. Nell’ultimo periodo anche il Centro e il Nord stanno implementando questo aspetto, con il 43% degli impianti dislocati nelle varie regioni. 

 

Il Politecnico di Milano e gli esperti di energia

 

Energia e clima sono al centro del programma del Master in Energy Management al Politecnico di Milano, nato su iniziativa di BIP (Business Integration Partner)  

 

Gli obiettivi del corso sono quelli di formare manager esperti di energia e in grado di gestire l’aspetto tecnico e manageriale, in un settore chiave per il paese. 

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su