Canali

DIFFERENZA TRA AZIONI E OBBLIGAZIONI

A LEZIONE DA MARCELLO ASCANI

Wallet

Obbligazioni: nazioni vs aziende

Quando le aziende hanno bisogno di fare investimenti per crescere possono vendere quote per raccogliere fondi. Sono le azioni, ma non sono l’unico che le imprese hanno per ottenere denaro; c’è un’alternativa e sono le obbligazioni. 

  • Quando sono emesse dalle nazioni, sempre col fine di finanziarsi, le obbligazioni sono titoli di debito. Vale a dire che acquistandole non si fa altro che acquistare una fetta di debito, prestando dei soldi in cambio di un titolo che fa da garanzia per la restituzione di quella somma di denaro.
  • Quando sono emesse dalle aziende, le obbligazioni si chiamano obbligazioni societarie.

Differenza tra azioni e obbligazioni?

  • Chi compra un’azione sta comprando un pezzettino di azienda assumendosi il rischio di perdere tutto nel caso l’azienda fallisca e il guadagno proporzionale alle performance dell’azienda.
  • Chi compra un’obbligazione non sta diventando socio, ma sta solo prestando del denaro all’azienda: il guadagno, cioè gli interessi, è già deciso in partenza e non importano le performance dell’azienda, eccetto nel caso vada in default ma anche in quel caso i primi a essere ripagati sono i detentori delle obbligazioni cosiddette “senior”, le più sicure, mentre le “subordinate” hanno un tasso di rischio più elevato.

Per capirci, nel caso di Parmalat, che nel 2003 è andata in bancarotta, gli azionisti hanno perso l’intero valore delle loro azioni, mentre le obbligazioni almeno in parte sono state ripagate.

Ma come funziona il debito (pubblico e non)

Ma se l’acquisto delle obbligazioni è l’acquisto di un debito, è lecito chiedersi come funziona questo. Quando si chiede un prestito ci si impegna a ripagare al creditore sia i soldi che ho chiesto in prestito sia gli interessi, cioè il costo del debito. Di contro, chi presta del denaro compie un investimento perché riceverà indietro la somma prestata con l’aggiunta degli interessi. Gli interessi che riceviamo dalle obbligazioni si chiamano cedole e vengono pagate ogni tre, sei o dodici mesi fino alla scadenza dell’obbligazione. Alcune obbligazioni invece non pagano cedole ma pagano sia il capitale prestato che l’interesse allo scadere dell’obbligazione.

Obbligazioni a rischio

Per definizione ogni investimento comporta un rischio che, nel caso del debito, consiste nel fatto che la somma possa non essere restituito. 

Quando una nazione o una società non riesce a ripagare i propri debiti si dice che va in “default”. Le obbligazioni verso debitori più a rischio default hanno un rendimento maggiore di quelle verso debitori più sicuri: in altri termini le obbligazioni più rischiose rendono di più rispetto a quelle che lo sono meno. Ne consegue che un’azienda in difficoltà emetterà obbligazioni che rendono più interessi rispetto a quelle di un’azienda sana perché ovviamente il rischio è maggiore. Un esempio? I buoni del tesoro italiani sono ritenuti più rischiosi dei Bund Tedeschi, infatti rendono di più.

Cos’è lo spread?

Si tratta della differenza tra due rendimenti in una tipologia d'investimento. Negli ultimi anni, dopo la grande crisi dei Paesi che adottano l’euro, con il termine spread s’intende principalmente la differenza di rendimento tra l’obbligazione emessa da un paese sovrano appartenente alla zona Euro e il Bund tedesco, vero punto di riferimento del mercato. In generale non è una buona cosa che gli interessi dei titoli di Stato si alzino troppo perché significa che per la nazione è sempre più costoso indebitarsi e che il debito pubblico aumenta più velocemente.

Mercato obbligazionario: come funziona?

Le obbligazioni possono avere scadenza dopo pochi mesi o dopo decine di anni, ma non bisogna necessariamente aspettare la scadenza per ricevere il denaro. In ogni caso si può decidere di vendere prima del tempo un’obbligazione. Infatti esiste il mercato obbligazionario nel quale si comprano e si vendono questi titoli di debito. Come al solito il prezzo di queste obbligazioni lo decide il mercato. Ovviamente le obbligazioni più rischiose, a parità di rendimento, saranno meno appetibili quindi il prezzo sarà più basso, mentre quelle più sicure a parità di rendimento avranno un prezzo più alto.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su