Canali

BREXIT: COME CAMBIERÀ LA CUCINA DEGLI INGLESI?

LA RICETTA DEGLI SPAGHETTTI BLOGNESE DI ANDREW HUNTER MURRAY

Stories

La Brexit e gli spaghetti alla bolognese

Come può cambiare la cucina degli inglesi con la Brexit? La chiusura dei confini commerciali nazionali certamente porterebbe a uno squilibrio dell’attuale import export. Il risultato probabilmente sarebbe che per preparare degli spaghetti alla Bolognese sarebbe molto difficile trovare della passata di pomodoro e quasi impossibile reperire alcuni odori indispensabili. Di contro la Gran Bretagna si ritroverebbe con un surplus di pesce, che inevitabilmente tutti i cuochi in U.K. dovrebbero utilizzare in maniera assidua in cucina. Ce lo spiega, dalla cucina di casa sua Andrew Hunter Murray.

Secondo l'analisi di Coldiretti nel regno Unito si sta diffondendo sempre di più la paura di dazi e ritardi doganali nel caso si adottasse l’opzione “No Deal” Brexit in autunno. La Gran Bretagna, infatti, produce la metà del cibo che consuma ma il resto viene importato dall'Unione Europea, per il 30%, dalle Americhe per l’8%, dall'Africa, 4%, dall'Asia 4%. Anche l'Italia ha importanti relazioni con l'U.K. soprattutto nel settore agroalimentare. Nel 2018 il nostro Paese ha rifornito la Gran Bretagna per 3,4 miliardi di euro di prodotti infatti il Regno Unito è il nostro quarto partner commerciale. Al primo posto tra i prodotti esportati c’è il vino, che con 827 milioni di euro e al secondo l'ortofrutta con 234 milioni. Molto importante anche il ruolo di pasta, formaggi e l'olio d'oliva.

La preoccupazione per il “No deal” è tanta e tale che è stato redatto un rapporto "Operation Yellowhammer", che lascia intravedere un futuro a dir poco apocalittico per la Gran Bretagna. La paura per la scarsità di generi alimentari, medicinali, carburante ha già spinto un quarto dei cittadini inglesi di età fra i 18 e i 34 anni ha precauzioni per evitare di avere fame. I nuovi accordi doganali, infatti, potrebbero comportare ritardi di ore o giorni per il transito delle merci.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su