Canali

COVID-19, QUANDO LA PAROLA È PROIBITA

Tg Pop News

Medici in prima linea, senza armi sul fronte covid-19

Sono i medici di medicina generale, la prima linea contro la pandemia, senza dispositivi di protezione e senza poter prescrivere farmaci off label.

Ce ne parla il dottor Guido Galli, medico milanese con 20 anni di esperienza e oltre 1.600  pazienti a carico, ai microfoni di PopEconomy.

 

Le parole proibite che costano 50 milioni di sterline 

In Gran Bretagna gli inserzionisti non vogliono associare le proprie pubblicità a contenuti che usano le parole “coronavirus” e “covid19”.

Una black list che potrebbe costare agli editori britannici fino a 50 milioni di sterline di entrate in meno, per le versioni digitali dei giornali.

L’algoritmo funziona interrompendo automaticamente l’annuncio pubblicitario qualora nel contenuto ad esso associato compaia una delle parole presenti nella lista nera. 

Un meccanismo che proprio in questo momento finirebbe per rendere “non redditizie” la quasi totalità delle notizie pubblicate.

 

Ultimo giro in giostra, l’industria del divertimento si è fermata

Luna park e spettacoli viaggianti fermi, ma costretti a continuare a pagare.

Ce ne parla Maurizio Crisanti, Segretario Nazionale di ANESV, l’associazione che rappresenta  la categoria, ai microfoni di PopEconomy.

 

Il fenomeno web “P.E. with Joe” che trasforma il soggiorno in palestra

Salta che ti passa: la noia da quarantena si combatte anche tenendosi in forma. 

Joe Wicks, la star inglese dei body coach “P.E. with Joe”:  una sessione di ginnastica al giorno per tutti, che trasforma il soggiorno di casa in una palestra senza attrezzi.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su