Canali

Elena Maria Ottino

BREXIT, A RISCHIO LAVORO E STUDIO IN UK

15MILA GLI ITALIANI UNDER 30 PRESENTI SUL TERRITORIO BRITANNICO

Wallet

Con la Brexit il sogno di molti ragazzi italiani di andare in UK per cercare un lavoro e imparare la lingua sembra sempre più difficile da realizzare. Questo soprattutto dopo che la premier inglese, Theresa May, ha affermato con un post su Facebook che: “Non sarà più permesso alle persone di arrivare dall’Europa nella remota possibilità che possano trovare un lavoro”. Parole che fanno tremare non solo coloro che vogliono raggiungere la Gran Bretagna ma anche quelli che abitano già lì: sono 700mila gli italiani in Inghilterra e 315mila quelli registrati all’A.I.R.E.

Elena Maria Ottino chiarisce cosa cambierà in UK con la Brexit:“Con la Brexit i ragazzi che sognavano di studiare in Inghilterra dovranno mettere in conto il rischio di un aumento delle tasse. Chi invece si vedeva alla scrivania di qualche grande azienda di Londra, dovrà procurarsi un permesso di soggiorno legato al contratto di lavoro”. 

Un vero monito ai tanti ragazzi italiani che sognano la Gran Bretagna come meta preferita dove sviluppare il proprio futuro lavorativo. Sono già 15mila gli italiani under 30 presenti sul territorio britannico.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su