Canali

Elena Maria Ottino

AL VIA LA ROTTAMAZIONE TER: RATE IN 5 ANNI. TUTTE LE INFO

Ecco come chiudere le cartelle del fisco, senza pagare interessi e sanzioni

Wallet

Ecco alcune delucidazioni sulla rottamazione Ter e, soprattutto, su come chiudere le cartelle del fisco senza pagare interessi e sanzioni.

Quali cartelle? I ruoli affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2017. Come aderire? La domanda va presentata entro il 30 aprile 2019. Dall’8 novembre il modulo è disponibile sul sito della riscossione.

Quando e come pagare? Entro il 30 giugno 2019 la riscossione comunicherà agli aderenti il dovuto. Il versamento potrà avvenire in un’unica soluzione o in 18 rate.

Entro il 31 luglio 2019 unica soluzione o prima rata.

Entro il 30 novembre 2019 seconda rata. La prima e la seconda rata sono pari ciascuna al 10% del dovuto. Le restanti 16 rate andranno versate il 28/02, il 31/5,  il 31/7 e il 31/30. A partire dal 2020 fino al 2022 compreso.

 

Rottamazione ter: presentazione domanda di adesione

Chi presenta la domanda di adesione può richiedere il Durc.

È ammesso un ritardo di 5 giorni nel pagamento delle rate, senza conseguenze fino al 2022 compreso.

Quando si versa il dovuto potranno essere compensati i crediti verso la PA. In caso di rateizzazione è applicato un interesse del 2% .

Per le multe stradali verranno scontati solo gli interessi e non anche le sanzioni.

Versando la prima rata si ottiene l’estinzione delle vecchie procedure esecutive.

Non è possibile la rottamazione ter di cartelle relative a violazioni non fiscali, aiuti di Stato, debiti da condanne Corte dei conti

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su