Canali

Elena Peracchi

AI GRANDI GIARDINI IN TRENO: ACCORDO PER INCENTIVARE IL TURISMO GREEN

Tg Pop

Alzi la mano chi la domenica non ha mai organizzato una gita fuori porta. In molti avranno visitato anche uno dei Grandi Giardini Italiani, la rete che riunisce 137 tra parchi, giardini e dimore storiche, sparsi per tutt'Italia. Un interesse che nel 2018 ha portato al network oltre 8,5 milioni di visitatori. E anche per incentivare un turismo ecosostenibile, Grandi Giardini Italiani ha siglato una partnership con Trenitalia, che ha pubblicato un travelbook con i 22 luoghi raggiungibili con i soli treni regionali. "L'obiettivo del progetto" spiega Maria Giaconia, Responsabile della Divisione Passeggeri dei Treni Regionali di Trenitalia "è incentivare i viaggi leisure, quelli legati a svago e tempo libero". Per Trenitalia si tratta di un anno che apre un quinquennio decisivo: l'azienda si è infatti impegnata a rinnovare dal 2019 al 2024 metà della flotta di treni regionali. Oggi, sono infatti 1700 le stazioni in Italia da cui partono quotidianamente 6500 corse fruite da circa un milione e mezzo di passeggeri. L'intento dell'azienda è combattere lo stereotipo del treno, soprattutto quello che non viaggia ad alta velocità, "brutto e cattivo". Le cancellazioni di corse dovute a problemi di Trenitalia, nella divisione regionale, sono in calo di quasi il 70% e la soddisfazione dei clienti, dai sondaggi, in crescita di circa otto punti percentuali rispetto al 2017. Forte di questi risultati, Trenitalia strizza l'occhio ai turisti, stranieri, quasi sei milioni ogni anno, e italiani, che vogliono godersi il viaggio e non solo la meta.

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su