Canali

Andrea Triunfo

20 MILIONI DI ALBERI PER COMBATTERE IL GLOBAL WARMING

#TeamTrees: arginare il cambiamento climatico un dollaro alla volta

PopEconomy XL

We don’t have a Plan(et) B

Piantare 20.000 alberi in un anno: è questa la sfida che Jimmy Donaldson e Mark Rober, Youtuber americani, hanno lanciato al mondo.

Il nobile progetto si chiama #TeamTrees, e vede coinvolta l’associazione no profit Arbor Day Foundation che, con i suoi 47 anni di esperienza, assicura che i suoi membri professionisti seguano le best practices di riforestazione e messa a dimora degli alberi.

Ogni dollaro donato è un nuovo albero piantato

Con solo un dollaro, ognuno può partecipare alla causa devolvendo donazioni all’associazione tramite uno dei canali diretti con Arbor Day Foundation, senza intermediari o commissioni. Si può scegliere se contribuire direttamente tramite il sito TeamTrees.org o cliccando il bottone dedicato alle donazioni nel canale YouTube, accedere alla pagina Facebook #TeamTrees per il fundraising o quella di Tiltify.

L’impegno dev’essere concreto

Il team è determinato a mandare un forte segnale: l’ambiente è una responsabilità di tutti i suoi abitanti senzienti e ciascuno può contribuire a salvaguardarlo in maniera fattuale. È una comunità in costante crescita quella che si preoccupa della salute del pianeta che chiamiamo casa, una comunità che vuole essere parte della soluzione, seguendo una visione lungimirante per il bene collettivo. Sostenere solo virtualmente la causa ecologica non basta, sono le azioni quelle che fanno la differenza.

Ridare ossigeno al nostro pianeta

Il cambiamento climatico in atto è sotto gli occhi di tutti: la Terra ci manda dei segnali inequivocabili che non si possono più ignorare. #TeamTrees sta coraggiosamente tentando di ripristinare un fragile ecosistema attualmente a rischio a causa del riscaldamento globale, dell’inquinamento e della crescente deforestazione, talvolta dovuta a incendi: i recenti roghi verificatisi nella Foresta Amazzonica hanno ridotto in cenere centinaia di ettari del polmone più grande del mondo. Le conseguenze? Sono stati registrati dei picchi altissimi di monossido e diossido di carbonio e la presenza di micro-particelle e gas inquinanti nocivi per la salute, rilasciati nell’atmosfera dalla combustione degli alberi. Non si possono ignorare, inoltre, le ripercussioni sull’economia globale che il global warming comporta.

Prima che si giunga al punto di non ritorno (ammesso che non sia già stato raggiunto…), decidiamo di fare una scelta etica. PopEconomy sostiene #TeamTrees. E voi?

“Chi pianta un albero pianta una speranza” - Lucy Larcom

QUESTO VIDEO MI FA SENTIRE

Torna su